Mag 12

Programma Report contro il WiFi

Share
Tempo di lettura: 4 min

wifi_radiation.jpg

Ero spaparanzato tranquillo sul divano, televisione spenta, dopo una serata di bagordi causati dal primo test del barbecue che avevo appena comprato. Quindi potete immaginare lo stato di beatitudine che pervadeva il mio corpo.

Mia moglie in cucina con la televisione accesa quando ecco che sento per ben due volte la parola "WiFi".

Urca, andiamo a vedere come mai si parla in TV di sta' roba.

Devo dire che ho sempre amato il programma Report di RAI3, che quando mi ci trovo, è praticamente l'unico programma che seguo, reputandolo serio...fino a stasera.

La faccio breve...."mai sentite tante inesattezze in una volta sola". "Il WiFi fa male, fa venire il cancro, è causa di mutazioni del DNA, è il motivo per cui il PdL ha vinto le elezioni". Beh, l'ultima l'ho aggiunta io...ma per il resto...

Ma soprattutto, quello che mi ha alterato, è il modo di affrontare il problema che sembra lasciare adito al contraddittorio, dove da una parte c'è il solito tizio che afferma "io non permetterei mai a mia figlia di frequentare una scuola che avesse una rete WiFi accessa", e a me viene da pensare...e tutti i telefonini degli studenti, degli insegnati, dei bidelli dove li mettiamo??? Vabbe', dicevo, da una parte c'è sto tizio, ma dall'altra parte c'è la parte di questo scienziato che dice: "Non è dimostrato da nessuno studio che ci siano delle patologie dovute a campi elettromagnetici". Bene mi dico, una voce seria. Ma subito il programma fa' passare questo secondo scienziato come un colluso con il mondo dell'industria rimarcando più volte che il tizio prima ha fatto svariate consulenze per i grandi dell'industria.

"Ma il punto controverso è proprio questo. Il Dottor Repacholi lavorava
per la stessa industria che ha creato questa forma di radiazioni. Prima
di lavorare per la OMS, è stato esperto consulente dell'industria della
telefonia, che ha piazzato i ripetitori nelle posizioni più controverse.
"

Ma stiamo parlando di WiFi o di telefonia cellulare? No, perchè se parliamo di telefonia cellulare potrei anche essere d'accordo, ma il titolo del servizion è "WI-FI: UN SEGNALE DALL'ALLARME"

Ho ovviamente spento e me ne sono andato al computer a lavorare. Ma ora, leggendo il testo integrale dell'inchiesta non ho retto più. Cito e commento alcuni passaggi:

"Ma un telefono cellulare è una questione di scelta personale. Si può
decidere se usarlo o meno, e se non vuoi essere colpito dalle
radiazioni semplicemente non accendi il tuo telefonino. Hai tu il
controllo della situazione"

A parte che hanno vietato il fumo nei locali a causa del fumo passivo...come mi devo comportare se il tizio affianco a me sta telefonando...lo denuncio per "irraggiamento passivo". Omettiamo poi la differenza in termini di potenza tra un'antenna cellulare e quella Wifi? Basta pensare che la "mia" antenna cellulare si trova a 10 Km di distanza eppure il mio cellulare prende alla grande anche nella mia cantina mentre l'access point al piano di sotto non lo riesco a beccare neanche se urlo...ma forte....NON CONTA NULLA QUESTO QUANDO DIAMO CONTRO ALLA FORMICA WIFI OMETTENDO IL COLOSSO DI RODI CELLULARE O LA MONTAGNA RADIO PRIVATE?

"Siamo circa a 100 metri dall'antenna [cellulare] qui...Ok, e vediamo poi di confrontarlo con l'intensità del segnale wi-fi all'interno della scuola....è quasi il triplo di quello che abbiamo rilevato per quell'antenna di telefonia mobile."

Cioè, premesso che stiamo parlando di scuole inglesi....mi chiedo...ma che razza di WiFi usano in Inghilterra? S.U.Wifi? (Super Ultra Wifi)? No perchè qui da noi un antenna WiFi spara a 100mW max. Sinceramente non so' quanto può sparare un'antenna WiFi, ma dato che report è andata a fare il confronto in Inghilterra io allora mi permetto di citare Swisscom con la seguente affermazione

"In Svizzera, le reti di telefonia mobile GSM e UMTS sono attualmente
organizzate a celle molto piccole, e pertanto non hanno bisogno di
trasmettitori potenti. Di fatto, è raro che una stazione di base
presenti una potenza di trasmissione superiore a 120 watt.
"

120 W un'antenna cellulare in svizzera, 100mW un WiFi in Italia, com'è che in Inghilterra un access point spara tre volte un'antenna cellulare? Ah...la "m" prima della "W" stà per milli, non per MEGA 😀

"Se si osservano i dati è possibile avere una visione molto chiara. è
come un puzzle e ogni pezzo si adatta perfettamente: dalle interruzioni
nella catena del DNA, ai danni al DNA, fino agli studi sugli animali e
alle prove epidemiologiche che mostrano per esempio un aumento dei
sintomi e un aumento dell'incidenza del cancro.
"

Che ci facesse vedere questi dati...perchè secondo me, nello studio citato, la radiazione elettromagnetica era forse un tantino più "dura"....diciamo RAGGI GAMMA??? 😀

Non la faccio lunga più di tanto....vogliamo parlare del problema delle radiazione e.m.? Ok, andiamo allora a parlare dei migliaia di kW sparati da talune radio private che trasmettono sul territorio italiano, in barba alle normative vigenti, solo perchè le loro antenne sono poste in territorio extranazionale....parliamo degli elettrodotti da migliaia di kV che passano rasenti a scuole a asili....parliamo dell'aria che respiriamo piena di micropolveri sottili, di tante schifezze che causano il cancro con una sola boccata.....parliamo delle sigarette....oggetti che si sà favorire il cancro eppure liberamente in commercio....parliamo di tutta la merda che mangiamo normalmente senza parlare poi di quando qualche "svelto" decide di rimettere in commercio surgelati scaduti cambiando l'etichetta di scadenza.... ma non rompeteci con pochi milliWatt che certe volte non funzionano neanche da una stanza ad un altra.

Un ultima nota riguardo la coerenza della trasmissione che invece, sei mesi fa, nella sezione "La buona notizia" si "vendeva" come fosse il WiFi la cura contro il digital divide. Per chi si fosse perso questa "buone notizia", il servizio è ancora disponibile online.

Update del 13 Maggio 2008

Di questa "disinformazione" fatta da Report ne parla, in termini più
calmi e pacati del sottoscritto anche Paolo Attivissimo su

http://attivissimo.blogspot.com/2008/05/wifi-paura-mi-fai.html

Mag 07

Altro che IPhone, ecco il mio futuro telefonino

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Si chiama HTC Diamond ed è il fratello maggiore del mio attuale cellulare, l'HTC Touch.

Cos'ha di bello rispetto a quello che ho io o all'Iphone di Apple?

Beh, dategli un'occhiata voi...

Flash player

Ecco alcune delle caratteristiche essenziali

  • Supporto GSM/GPRS/EDGE/HSDPA/WCDMA
  • GPS Integrato
  • Bluetooth 2.0
  • WiFi 802.11 b/g
  • Fotocamera da 3.2 Megapixel
  • Windows Mobile 6.1
  • Microfono e autoparlanti integrati
  • Radio FM con RDS
  • 4 Gbyte di memoria interna
  • Peso: 110 grammi con la batteria
  • Sensore di gravità per cui lo schermo viene automaticamente ruotato
  • Scheda grafica con 3D GPU

Per non parlare del fantastico TouchFLO 3D

touchflo3d02.jpgtouchflo3d01.jpg

Io lo aspetto con ansia. E voi?

Mag 02

Buon risultato del primo streaming di Controguerra TV

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Buon risultato per il primo esperimento di trasmissione in diretta, su INTERNEt, del primo consiglio comunale della nuova amministrazione di Controguerra.

Un buon risultato, primo perchè tutto è andato a meraviglia e il filmato in diretta è stato fluido e non si è mai bloccato ne l'audio e il video sono risultati "sgranati" durante tutto l'evento. Certo, l'audio è da migliorare, ma solo relativamente alla modalità con cui esso viene registrato. Questa volta infatti, con l'aula gremita di bambini delle elementari e delle medie e con la ripresa audio effettuata tramite il solo microfono della mia povera telecamera, non si poteva proprio pretendere di più.

Un buon risultato, perchè comunque la partecipazione mi sembra che, tenendo conto del carattere sperimentale, tenendo conto della poca pubblicità data al servizio, aver avuto 5/6 spettatori con punte di 9, mi sembra un risultato soddisfacente.

Il grafico sotto mostra, nel dettaglio, il numero di spettatori che hanno assistito all'evento via INTERNET, durante la durata dell'evento.

report_streaming_cc_2008.04.30.png

Un buon risultato perchè nonostante il mio perenne stato di "overload", nonostante la festività del primo maggio, nell'arco di due giorni sono riuscito a mettere online 10 minuti dell'evento su YouTube e la versione completa a tutto schermo sul sito del comune.

Per la versione su YouTube serve ovviamente l'Adobe flash. Per quella completa sul sito del comune, serve il quicktime player.

Apr 30

Primo consiglio comunale in diretta su Internet

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Se stai leggendo questo post la mattina del 30 aprile 2008, allora vieni a trovare il tuo caro amico Emiliano all'interno dello streaming, realizzato dal comune di Controguerra (da me), nell'ambito  del primo consiglio comunale della nuova amministrazione comunale di Controguerra.

E' infatti possibile guardare l'evento in diretta dalle ore 10.30 fino a, suppongo, le ore 12.00 direttamente dal sito del comune di Controguerra dove troverai il link per accedere all'evento.

Questo primo consiglio viene fatto davanti ad una platea molto esigente. Saranno infatti presenti i bambini delle classi della scuola elementare e media di Controguerra.

Quindi, non mancare al primo esperimento di Controguerra TV.

Apr 29

La squadra di governo a Controguerra

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Ecco finalmente la "squadra di governo" del comune di Controguerra. A tutti i dodici candidati, sia agli eletti che ai non eletti è stato dato modo di lavorare per il bene del paese.

Ecco l'articolo del "Il Centro" che riassume la notizia con i nomi e le deleghe di tutti i candidati della lista "Insieme per Controguerra"

la_squadra_di_governo.gif

Al vostro buon Emi, ovviamente, l'informatizzazione del comune.

Apr 27

Chi sono?

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Non sò a voi, ma a me capita spesso di chiedermi: "Chi sono, come sono fatto realmente, qual'è il tratto caratteriale che mi distingue dagli altri".

Sono delle domande per cui è difficile trovare delle pare che danno agli altri la dimensione esatta di chi si è realmente.

Io credo di aver trovare una definizione abbastanza vicina a quello che sono o, meglio,  a come mi sento di essere, nelle parole di una canzone degli "Zero Assoluto" chiamata "Ora che ci sei" che fa cosi:

Sono uno di quelli che quando prova lo fa,
rischiando davvero e se la cosa non va
va bene lo stesso. Valeva la pena di perdere
e l'ho fatto adesso, gioco tutto vinco o perdo"

Ma ovviamente il testo non rende, per cui eccovi l'audio di queste strofe...

Player MP3 che canta sono_uno_di_quelli.mp3

Apr 21

Divertentissimo simulatore di gravità

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Per tutti i fisici come me, ma non solo, un divertentissimo simulatore di gravità

E' possibile effettuare veramente di tutto. Si può attivare/disattivare la forza di gravità, aumentare l’attrito dei materiali ed addirittura simulare la fisica dell’acqua.

E' bellissimo tirare su una costruzione e poi vederla cadere sotto la forza di gravità. Collegare due o più ruote tramite delle molle su dei dislivelli e poi vederle cadere giù o rimbalzare una sull'altra.

Insomma, rendono più le immagini che le parole

Non vi resta che provarlo perchè c'è gente che è riuscito a fare questa roba qui sotto.

Non resta che scaricarlo

Apr 20

Videosorveglianza e prostituzione - Il video

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Come avevo anticipato in un mio precedente post, sono stato molto impegnato, durante la campagna elettorale, nella realizzazione di un video per illustrare il problema della prostituzione nella vallata del tronto e una sua soluzione tramite l'uso di un sistema di video sorveglianza.

Il video, trasmesso durante un incontro con la popolazione controguerrese, ha riscosso molto successo.

Ora, trascorso il periodo elettorale, prima di metterlo online ho voluto aggiustare quei punti non proprio perfetti della versione vista a Controguerra, che non mi lasciavano molto soddisfatto.

Fatemi avere i vostri commenti. Io, per quanto mi riguarda, per essere il primo video che produco, ne sono molto soddisfatto.

Apr 20

Cena Telug del 19 aprile 2008

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Ieri sera, dopo una lunga pausa di riflessione, una cena del Telug. Soliti cazzeggiamenti vari ma grande divertimento. Sono riuscito anche a far vedere una bozza del mio primo "movie" realizzato con la tecnica del greenscreen e che a breve posterò qui sul mio blog.

La foto sotto, in cui manca un componente, Gabriele Massimiani, che era andato via prima che ci venisse in mente che fosse cosa buona e giusta immortalare la serata con una foto di gruppo

IMG_3923_1024x768.JPG

Ah, cosa più importante, abbiamo scoperto il perchè di questo conto alla rovescia

presente sul blog di Heber. Presto lo saprete anche voi!!!