Dic 27

Recensione Haibike SDURO 7.0 Fullseven LT anno 2018

Share
Tempo di lettura: 1 min

Andiamo a provare una bici elettrica biammortizzata uscita a fine 2017: la Haibike SDURO 7.0 Fullseven LT anno 2018.

Se non volete spendere molti soldi ma volete avere una bella bici con cui divertirvi in campagna e in montagna questo è il momento giusto.

Infatti, con l'uscita dei nuovi modelli 2019, i prezzi dei modelli 2018 sono scesi e, a fronte di migliorie tecniche secondarie, i modelli 2018 non hanno nulla da invidiare a quelli 2019 come vedremo appunto in questo video.

Componentistica di fascia medio-alta con motore Bosch performance CX, freni Magura MT, cambio SDRAM 11v, corona 16T, pacco pignoni 11-42, forca Suntour e ammo posteriore Rockshox Monarch RT ambedue ad aria da 150mm. Chiude la dotazione delle ruote 27.5 plus da 2.80 Michelin Wild AM tubeless e un reggisella telescopico.

Per riassumere, una ebike esteticamente molto bella, abbastanza equilibrata nella componentistica con eventualmente qualche piccolo upgrade da effettuare per chi ama avere tutto al top.

Ma sicuramente un bel oggetto che assicura tanto divertimento a un prezzo contenuto.


Dic 14

Discesa di Lidia e Amato in MTB

Share
Tempo di lettura: 1 min

Una discesa breve ma veloce che inizia dall'azienda vitivinicola Lidia e Amato e termina al fosso Gatti.

Un breve primo tratto in asfalto lascia subito il posto a un sentiero di campagna tra due vigneti. Il sentiero scende veloce fino a doppiare una quercia e a raggiungere il fosso Gatti. Occhio qui che c'è sempre un po' di fango.

La track risale poi e prosegue su un sentiero all'ombra di due file di alberi che termina nei pressi di casa Scarpantoni verso Nereto.

Mentre guardate il video, vi faccio solo notare i 63 Km/h segnati dal display nel tratto più veloce.

Nota di colore, il fosso Gatti è chiamato cosi da quando un nostro amico è riuscito inspiegabilmente a rompere lo stesso pezzo, allo stesso modo, nello stesso punto del fosso in due uscite consecutive. Inspiegabile veramente 😀

Completo l'opera allegandovoi il gpx della track che comprende anche il tratto fino all'uscita Scarpantoni.

Distanza totale: 1.34 km
Altitudine massima: 250 m
Altitudine minima: 204 m
Totale salita: 24 m
Totale discesa: -55 m
Tempo totale: 00:06:16
Scarica

Dic 08

Video della discesa del Venezuelano in MTB

Share
Tempo di lettura: 1 min

Direttamente dal giro di stamattina la discesa dalla collina del venezuelano, un colle a Ovest di Controguerra (TE) che scende passando di fianco al Boutique Hotel Idea 18

Un breve ma veloce discesa. Nel video riesco a toccare oltre i 50Km/h nonostante il terreno bagnato.

Si parte da una collina da cui è possibile vedere un panorama di Controguerra da una insolita angolatura,

Panorama di Controguerra dal colle del venezuelano
Panorama di Controguerra dal colle del venezuelano

si scende su prato erboso in freeride fino al attraversare una prima strada bianca e una seconda che porta a Idea 18.

A questo punto ci si immette su di un sentiero di campagna che scende all'inizio orizzontale ma poi prende una insidiosa contropendenza a destra soprattutto in un punto in cui parte del sentiero è occupato dai rami di un ulivo.

Superato questo si affronta l'ultimo tratto e si esce su di una strada bianca da cui si risale verso contrada Cimitero.

Vi allego i dati GPX dell'uscita di questa mattina di questa track

Distanza totale: 0.66 km
Altitudine massima: 265 m
Altitudine minima: 197 m
Totale salita: 0 m
Totale discesa: -68 m
Tempo totale: 00:01:09
Scarica

Dic 05

Costruire una passerella per superare un fosso

Share
Tempo di lettura: 2 min

Primo esperimento per costruire una passerella pedonale e ciclabile per superare un fosso di un paio di metri di larghezza.

Dopo aver realizzato il progetto in AutoCad

File AutoCAD del ponticello
File AutoCAD

e aver visto l'impatto finale simulato

Rendering della simulazione della passerella nel sito
Rendering della simulazione della passerella nel sito

si va a comprare il legno e a farlo tagliare a misura presso T.M. Legnami di San Giovannni Teatino (CH) consigliato dall'amico Pierpaolo.

Costo dell'operazione € 45 compreso di viti di montaggio. Ovviamente legno rigorosamente pre-trattato per esterni.

Selezione e taglio legno
Selezione e taglio legno

In compagnia dell'amico Franco Gatti, si va sul posto e grazie a spago, avvitatore e olio di gomito, si montano i pezzi fino al risultato finale.

Montaggio pezzi
Montaggio pezzi

Zappa, vanga e sempre olio di gomito e siamo pronti per fissare la passerella sul fosso.

Posizionamento della passerella
Posizionamento della passerella

E dopo le relative prove di carico statiche

Prove di resistenza
Prove di resistenza

si passa a quelle dinamiche

che hanno dato un risultato più che positivo.

E ora, via, verso nuovi fossi.

Nov 29

I Montanus alla scoperta dell'Islanda

Share
Tempo di lettura: 1 min

Il duo abruzzese dei Montanus, al secolo Giorgio Frattale e Francesco D'Alessio, continua a stupirci con i racconti delle loro avventure in mountain bike. Tra scenari lunari, ambientazioni mozzafiato e le immancabili fat bike, questa volta siamo in Islanda, ai confini del mondo.

Terra, acqua, vento, pioggia, neve e sole. C'è tutta la natura selvaggia in questo video dal titolo "Iceland Divide - North-South Bikepacking Expedition"

E la musica di accompagnamento? Già solo per l'utilizzo di  "All along the Watchtower" meritano tutto il nostro rispetto.

Dispiace solo una cosa che ho notato in questo video, forse anche negli altri era cosi. Ma il casco in testa? 😉

Ott 31

Corsa di San Martino - Analisi e consigli del percorso

Share
Tempo di lettura: 5 min

La “Corsa di San Martino” a Controguerra (TE) è un evento podistico che si tiene la seconda domenica di novembre. Ogni anno partecipano oltre 4000 atleti provenienti da  tutta Italia e con la partecipazione di eccellenze straniere.

Il percorso si snoda sulle colline tra i comuni di Controguerra, Torano e Nereto e io l'ho fatta ad anni alterni dal 2009 e qui cercherò di trasferirvi la mia analisi e i miei consigli su come affrontare al meglio il percorso.

La corsa di San Martino parte da qui, dalla piazza di Controguerra che ora vedete spoglia ma, come si può vedere dalle foto delle precedenti edizioni, quando si riempie degli atleti, è un piacere per gli occhi e per la mente sia per chi guarda sia per chi partecipa.

Continua a leggere
Ott 26

Usare sempre gomme tubeless in MTB conviene.

Share
Tempo di lettura: 2 min

Perchè scegliere le gomme tubeless nelle nostre uscite in MTB? Oggi ho cambiato la gomma posteriore della mia bici dopo circa 1000 Km di percorrenza.

No, non che fosse bucata o altro. In questi tre mesi di utilizzo non mi ha dato mai problemi ne ho dovuto farci alcuna manutenzione.

Solo che d'inverno, con il fango, la catena si viene a trovare vicino alla ruota per cui ho preferito metterne una con spessore minore. Questa che ho tolto la rimetterò a primavera inoltrata.

Ma guardate che sorprese ho trovato dentro la gomma, nonostante non mi abbia mai dato problemi.

Interno gomma tubeless per MTB con aculei
Interno della gomma con aculei e addirittura un filo di ferro. Il bianco è il lattice rappreso

Ci sono aculei che spuntano dappertutto all'interno della gomma e, se ci fate caso, c'è addirittura un filo di ferro. Chissa dove l'avrò preso.

La magia è dovuta al fatto che la mia gomma è tubeless ossia non ha camera d'aria ed è riempita di lattice, quella sostanza bianca rappresa che vedete nella foto.

Con la gomma tubeless riempita di lattice, ti dimentichi delle forature e, per chi come me, va in luoghi in cui i rovi sono all'ordine del giorno questa cosa è fondamentale.

E tu? Usi ancora le camere d'aria. Pensa a quante volte avresti cambiato la camera d'aria in questi tre mesi. Io, invece, non me n'ero neanche accorto 🙂


Apr 11

La patagonia, fino alla fine del mondo e oltre con i Montanus

Share

Tempo di lettura: 1 minUn anno fa avevamo lasciato il duo abruzzese di Montanus alle prese con la grande nevicata che aveva colpito la nostra bella regione.

E dopo un anno, come nel racconto del libro Cuore "dagli appennini alle ande" li ritroviamo a vagare con le loro mountain bike in patagonia e a raccontarci, nel loro nuovo cortometraggio, questa nuova intensa avventura.

Un video che, in pochi minuti, trasmette tutta la bellezza di quei luoghi remoti e le emozioni di chi li ha vissuti muovendosi in bicicletta.

Un solo dubbio: ma le tende, i kayak gonfiabili, le pagaie, il cibo, i vestiti.... ma come avete fatto a farli stare tutti su una MTB? 

Apr 14

Tramontana, il nuovo cortometraggio di Montanus

Share

Tempo di lettura: 1 minDiciamocelo, con tutta la neve che ha fatto quest'anno, era proprio l'anno giusto affinchè il duo abruzzese di Montanus, potesse tirare fuori questo cortometraggio dal titolo azzeccatissimo "Tramontana".

Cos'è? L'Alaska? La norvegia? La madre Russia? No, semplicemente l'Abruzzo e scusateci se è poco.

Tramontana è un viaggio multisensoriale tra tutti i piaceri, le paure e le emozioni che il connubio montagna e MTB posso darti.

E, al contrario di altri, dietro al lavoro di ripresa, montaggio, produzione del video non c'è una troupe professionale. Ci sono ancora loro e questo rende questo video ancora più spettacolare.

E allora gustiamo i nostri cari monti e la neve che quest'anno ha dato si tanto piacere ma anche tanti danni ha causato, grazie agli occhi di Montanus.

 dei luoghi del video e dell'attrezzatura usata.

Gen 28

Cispolata in notturna a Controguerra lungo fosso Giardino

Share

Tempo di lettura: 1 minDurante la dura nevicata di Gennaio 2017, un gruppo di amici, impazienti di usare le ciaspole, decide che non serve allontanarsi troppo e che il divertimento è, come si dice, proprio li dietro l'angolo.

Affrontare il fosso Giardino, sotto a Controguerra (TE), con le ciaspole in notturna

Scarica

per ritrovare quei luoghi visitati spesso in MTB ma che ora, con la neve, acquistano tutto un nuovo sapore.

Questo è il video dell'evento

Per Davide, Fabrizio, Elena, Maurizio. Grazie aver condiviso con me questo magico momento.