Dic 27

Recensione Haibike SDURO 7.0 Fullseven LT anno 2018

Share
Tempo di lettura: 1 min

Andiamo a provare una bici elettrica biammortizzata uscita a fine 2017: la Haibike SDURO 7.0 Fullseven LT anno 2018.

Se non volete spendere molti soldi ma volete avere una bella bici con cui divertirvi in campagna e in montagna questo è il momento giusto.

Infatti, con l'uscita dei nuovi modelli 2019, i prezzi dei modelli 2018 sono scesi e, a fronte di migliorie tecniche secondarie, i modelli 2018 non hanno nulla da invidiare a quelli 2019 come vedremo appunto in questo video.

Componentistica di fascia medio-alta con motore Bosch performance CX, freni Magura MT, cambio SDRAM 11v, corona 16T, pacco pignoni 11-42, forca Suntour e ammo posteriore Rockshox Monarch RT ambedue ad aria da 150mm. Chiude la dotazione delle ruote 27.5 plus da 2.80 Michelin Wild AM tubeless e un reggisella telescopico.

Per riassumere, una ebike esteticamente molto bella, abbastanza equilibrata nella componentistica con eventualmente qualche piccolo upgrade da effettuare per chi ama avere tutto al top.

Ma sicuramente un bel oggetto che assicura tanto divertimento a un prezzo contenuto.


Dic 14

Discesa di Lidia e Amato in MTB

Share
Tempo di lettura: 1 min

Una discesa breve ma veloce che inizia dall'azienda vitivinicola Lidia e Amato e termina al fosso Gatti.

Un breve primo tratto in asfalto lascia subito il posto a un sentiero di campagna tra due vigneti. Il sentiero scende veloce fino a doppiare una quercia e a raggiungere il fosso Gatti. Occhio qui che c'è sempre un po' di fango.

La track risale poi e prosegue su un sentiero all'ombra di due file di alberi che termina nei pressi di casa Scarpantoni verso Nereto.

Mentre guardate il video, vi faccio solo notare i 63 Km/h segnati dal display nel tratto più veloce.

Nota di colore, il fosso Gatti è chiamato cosi da quando un nostro amico è riuscito inspiegabilmente a rompere lo stesso pezzo, allo stesso modo, nello stesso punto del fosso in due uscite consecutive. Inspiegabile veramente 😀

Completo l'opera allegandovoi il gpx della track che comprende anche il tratto fino all'uscita Scarpantoni.

Distanza totale: 1.34 km
Altitudine massima: 250 m
Altitudine minima: 204 m
Totale salita: 24 m
Totale discesa: -55 m
Tempo totale: 00:06:16
Scarica

Dic 08

Video della discesa del Venezuelano in MTB

Share
Tempo di lettura: 1 min

Direttamente dal giro di stamattina la discesa dalla collina del venezuelano, un colle a Ovest di Controguerra (TE) che scende passando di fianco al Boutique Hotel Idea 18

Un breve ma veloce discesa. Nel video riesco a toccare oltre i 50Km/h nonostante il terreno bagnato.

Si parte da una collina da cui è possibile vedere un panorama di Controguerra da una insolita angolatura,

Panorama di Controguerra dal colle del venezuelano
Panorama di Controguerra dal colle del venezuelano

si scende su prato erboso in freeride fino al attraversare una prima strada bianca e una seconda che porta a Idea 18.

A questo punto ci si immette su di un sentiero di campagna che scende all'inizio orizzontale ma poi prende una insidiosa contropendenza a destra soprattutto in un punto in cui parte del sentiero è occupato dai rami di un ulivo.

Superato questo si affronta l'ultimo tratto e si esce su di una strada bianca da cui si risale verso contrada Cimitero.

Vi allego i dati GPX dell'uscita di questa mattina di questa track

Distanza totale: 0.66 km
Altitudine massima: 265 m
Altitudine minima: 197 m
Totale salita: 0 m
Totale discesa: -68 m
Tempo totale: 00:01:09
Scarica

Nov 29

I Montanus alla scoperta dell'Islanda

Share
Tempo di lettura: 1 min

Il duo abruzzese dei Montanus, al secolo Giorgio Frattale e Francesco D'Alessio, continua a stupirci con i racconti delle loro avventure in mountain bike. Tra scenari lunari, ambientazioni mozzafiato e le immancabili fat bike, questa volta siamo in Islanda, ai confini del mondo.

Terra, acqua, vento, pioggia, neve e sole. C'è tutta la natura selvaggia in questo video dal titolo "Iceland Divide - North-South Bikepacking Expedition"

E la musica di accompagnamento? Già solo per l'utilizzo di  "All along the Watchtower" meritano tutto il nostro rispetto.

Dispiace solo una cosa che ho notato in questo video, forse anche negli altri era cosi. Ma il casco in testa? 😉

Ott 15

11 anni fa il mio primo video su YouTube

Share

Tempo di lettura: 1 minPost autocelebrativo per ricordare e ricordarmi che ben 11 anni fa pubblicavo il mio primo video sul mio canale YouTube.

Il video raccontava la vittoria del nostro gruppo -=BP318=- (Bar Profeta 318) contro gli -=HS=- (HeadShoot) in un torneo del mitico gioco online America's Army.

A quanto pare poi il canale ha sonnechiato qualche mese prima del successivo video pubblicato ma da li ha avuto una crescita costante e, coincidenza, ha da poco superato i mille iscritti per cui ne approfitto anche per ringraziare chi nel corso degli anni si è iscritto al mio canale.

E tu, non sei ancora iscritto, male male 🙂

Un grazie a Lallone per essersi accorto dell'evento al posto mio

 

Giu 12

Come si forma il traffico e come risolverlo

Share

Tempo di lettura: 1 minIo viaggio spesso in autostrada e, come credo molti, mi capita di essere frustrato per quelle code che si formano, ti fanno rimanere in coda per minuti e minuti e che poi, di colpo, senza un apparente motivo si risolvono.

Qual'è la causa di tutto ciò. In questo video (attivate i sottotitoli in italiano) è spiegato come si forma una coda, e soprattutto chi è quel bastardo che è la causa di tutte queste maledette code. Inoltre propone una apparente soluzione che, credo, vi sorprenderà.

Seguiamo i consigli del video quando siamo alla guida. Avremo una guida più efficente e ridurremo la creazione di code e file, su strade e autostrade

Apr 11

La patagonia, fino alla fine del mondo e oltre con i Montanus

Share

Tempo di lettura: 1 minUn anno fa avevamo lasciato il duo abruzzese di Montanus alle prese con la grande nevicata che aveva colpito la nostra bella regione.

E dopo un anno, come nel racconto del libro Cuore "dagli appennini alle ande" li ritroviamo a vagare con le loro mountain bike in patagonia e a raccontarci, nel loro nuovo cortometraggio, questa nuova intensa avventura.

Un video che, in pochi minuti, trasmette tutta la bellezza di quei luoghi remoti e le emozioni di chi li ha vissuti muovendosi in bicicletta.

Un solo dubbio: ma le tende, i kayak gonfiabili, le pagaie, il cibo, i vestiti.... ma come avete fatto a farli stare tutti su una MTB? 

Apr 14

Tramontana, il nuovo cortometraggio di Montanus

Share

Tempo di lettura: 1 minDiciamocelo, con tutta la neve che ha fatto quest'anno, era proprio l'anno giusto affinchè il duo abruzzese di Montanus, potesse tirare fuori questo cortometraggio dal titolo azzeccatissimo "Tramontana".

Cos'è? L'Alaska? La norvegia? La madre Russia? No, semplicemente l'Abruzzo e scusateci se è poco.

Tramontana è un viaggio multisensoriale tra tutti i piaceri, le paure e le emozioni che il connubio montagna e MTB posso darti.

E, al contrario di altri, dietro al lavoro di ripresa, montaggio, produzione del video non c'è una troupe professionale. Ci sono ancora loro e questo rende questo video ancora più spettacolare.

E allora gustiamo i nostri cari monti e la neve che quest'anno ha dato si tanto piacere ma anche tanti danni ha causato, grazie agli occhi di Montanus.

 dei luoghi del video e dell'attrezzatura usata.

Nov 13

Il Paradosso dell'Hotel Infinito

Share

Tempo di lettura: 1 mininfinityL'hotel Infinito è un concetto creato dal matematico tedesco David Hilbert per tentare di far comprendere le difficoltà di ragionamento insite nel concetto di infinito.

L'hotel ideato da Hilbert ha un numero infinito di stanze. Sembra facile da capire, giusto?

Ma cosa succederebbe se fosse tutto al completo e una persona volesse prendere una stanza? Sembra strano ma un posto c'è all'hotel infinito al completo. E anche se le nuove richieste fossero 40, dovesse arrivare un bus infinitamente pieno di persone o addirittura un numero infinito di bus infinitamente pieno di persone, beh, posto c'è n'è in abbondanza.

Non ci credete, immergetevi nel fantastico hotel infinito di Hilbert spiegato al TEDEd