Gen 27

Finalmente casa mia ha il suo armadio di rete

Share
Tempo di lettura: 2 min

Ci sono voluti anni ed anni ma finalmente ho deciso di acquistare, ma soprattutto di montare, un armadio di rete per casa mia.

Il fatto è che il punto in cui arriva la mia connettività INTERNET è completamente differente dal punto in cui ho l'ufficio e visto che la stanza in cui arriva la connettività è ora la stanza giochi dei bambini, era un po' fastidioso avere router, switch, gruppo di continuità e tutti i cavi in bella vista.

E cosi ho fatto il grande salto. Dopo aver acquistato l'armadio sono trascorsi un bel po' di giorni perchè prima non avevo i fisher adatti, poi non avevo voglia di fare i buchi e cosi via. Ma finalmente oggi ce l'ho fatta.

Ecco l'armadio che fa bella vista di se in un angolo della stanza

IMG_3632_1024x768.JPG

Questo qui sotto è invece il dettaglio del contenuto attuale dell'armadio

IMG_3634_1024x768.JPG

Ma ovviamente non è finità qui. Mancano sicuramente qualche lucina colorata da mettere all'interno per "rallegrare l'ambiente" e ho intenzione di smontare switch e i due pezzi che formano il mio router di rete e inserirli internamente a un rack 1U in plexiglass da realizzare.

Una nuova pazzia in plexiglass in agguato :-D. I love plexiglass.

Gen 26

RoundBox in finale

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Finalmente ho avuto un attimo di tempo per realizzare i fori delle parti sporgenti della motherboard da montare dentro al RoundBox.

Niente di eccezionale, ma visto il carattere di test di questa realizzazione, accettabile nel complesso

Inoltre ho anche fatto i fori per il fissaggio del piano inferiore e della cupola superiore utilizzando una filettatrice per evitare bulloni e altro di difficile inserimento nella realizzazione. In questo modo, con quattro singole viti, ho fissato le due parti

Come noterete, tra le quattro facce piegate a caldo, ho scelto come faccia anteriore, quella realizzata per prima e quindi quella con più bolle in quanto ero ancora nella fase di regolare la temperatura del phone per realizzare piegature senza bolle.

Vabbè, sarà per la prossima volta. Nel complesso, un sufficiente me lo merito.

Gen 25

L'intelligenza delle donne

Share
Tempo di lettura: 2 min

Mentre cercavo altro, in quel calderone mostruoso che è ormai la mia casella di posta elettronica, ho ritrovato una barzelletta e mi sono accorto di non averla letta per bene tutta, e la parte mancante, era quella più importante.

La ripropongo qui perchè mi ha fatto morire dal ridere

Una donna stava giocando a golf, quando colpì male la palla spedendola tra gli alberi. Andò nella boscaglia per recuperarla e trovò una rana in una trappola.

La rana le disse "Se mi liberi esaudirò 3 tuoi desideri".

La donna liberò la rana la quale disse "grazie, ma ho dimenticato di riferirti una condizione, per qualsiasi desiderio che esprimerai, tuo marito riceverà la stessa cosa in valore dieci volte maggiore".

La Donna disse "va bene". Come primo desiderio la donna chiese di diventare la più bella donna del
mondo, la rana la avvisò: "in questo modo anche tuo marito diventerà l'uomo più bello del mondo, un Adone del quale tutte le donne si innamoreranno".

La donna rispose "Non è un problema, perchè io sarò la donna più bella e lui avrà occhi solo per me"

Così, KAZAM! Lei è la donna più bella del mondo!

Come secondo desiderio la Donna chiese di essere la donna più ricca del mondo, la rana la avvisò
"In questo modo tuo marito diventerà il più ricco del mondo, dieci volte più ricco di te"

La donna disse "non importa perchè ciò che è mio è suo e ciò che è suo è mio"

Così, KAZAM! Lei è la donna più ricca del Mondo!

La rana chiese il terzo desiderio, la donna disse "vorrei avere un LEGGERO attacco di cuore..."

Morale della storia: Le donne sono intelligenti. Non scherzare con loro.

Attenzione Lettrici:
questa è la fine della barzelletta per voi. Fermatevi qui e continuate a
sentirvi bene....

Se invece sei un uomo puoi continuare.

L'uomo ebbe un attacco di cuore 10 VOLTE PIU' LEGGERO DI SUA MOGLIE!!!!

Morale della fiaba: le donne pensano di essere veramente intelligenti. Lasciamole continuare a pensarla in questo modo e gustiamoci lo spettacolo

P.S. Se sei una donna e stai ancora leggendo sei la dimostrazione che le donne non ascoltano mai!

Gen 24

Prima c'erano solo i miniPED, ora sono arrivati i miniPOF.

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Negli ultimi due anni, la mia vita lavorativa è spesso tormentata da queste due parole: PED e miniPED che, per chi non fosse addentro alla pubblica amministrazione abruzzese, sono l'acronimo di "Piano esecutivo definitivo" e mini "Piano Esecutivo Definitivo".

Ma da oggi un nuovo acronimo entra a far parte della mia vita. Il miniPOF.

Stasera infatti ero alla scuola elementare di Controguerra per la pre-iscrizione di mia figlia quando, ad un certo punto, la dirigente scolastica fa: "Ora vi consegnamo i miniPOF".

A questo punto mi è venuta in mente una citazione dal film: "Io sono leggenda" dove, la moglie del protagonista, riferendosi al virus che stà per uccidere sei miliardi di persone, pronuncia questa frase:

Oh signore, ha fatto il salto...è a diffusione aerea.

Comunque non ho saputo resistere ed ho dovuto chiedere il significato dell'acronimo. Ora so che miniPOF sta per mini-"piano dell'offerta formativa".

Gen 22

Internet senza fili? Non ci credo!

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Oggi, durante un sopralluogo in un municipio di un comune del Medio Sangro dove non c'è banda larga e si utilizza ancora connessioni dial-up a 56k.

Una dipendente del comune: "Che state facendo?"

Noi: "Stiamo facendo un sopralluogo per portare internet senza fili"

e lei

"Shi, internet nandru' po' nun funziona co' lu' fil, moh c' manca pur che funziona senza fil"

Traduzione

Eh si, un altro po' internet non funziona con il filo, figuriamoci se funziona senza fili
Gen 20

Ma si può lavorare anche di domenica?

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Si che si può quando le cose da fare sono tante e le scadenze vicine.

Ieri e oggi tutto il giorno al lavoro, sabato a casa fino alle 3.00 di notte e oggi addirittura in ufficio per tutto il pomeriggio fino alle 22.30. Poi a casa, un piatto veloce e via, di nuovo davanti al pc.

Che stiamo combinando, direte voi?

Stò solo giocherellando con la nostra piattaforma hotspot per installarla presso un cliente, ma almeno è per una buona causa. Tra qualche giorno da alcuni comuni abruzzesi si potrà navigare gratuitamente tramite WiFi.

Per ora non posso dirvi di più, ma spero di poter dare la notizia ufficiale tra qualche giorno.

Per ora beccatevi il laboratorio dove sto simulando tutto

lab_wifims.jpg

e uno degli schemi di funzionamento del sistema.

schema_wifims.gif

E' arabo per voi? Non fa niente, vi dico soltanto che è un divertimento più unico che raro vedere che giri assurdi può fare un pacchetto IP quando ci sono degli apparati cosi belli, facili e divertenti con cui giocare.

Chiudo, salutando il sughetto che mi è stato vicino in questo pomeriggio di passione e divertimento.

Gen 17

Gli alberi vogliono bene alla Regione Abruzzo?

Share
Tempo di lettura: < 1 min

Si potrebbe pensare che con l'avvento dei computer e con la possibilità di scrivere e trasferire documenti in formato elettronico, il consumo di carta, soprattutto nella pubblica amministrazione sia diminuito.

Infatti nell'era del digitale, nel dialogo con la pubblica amministrazione, basterebbe, per esempio, consegnare un CD con i documenti relativi ad un progetto e tutto dovrebbe finire li. Ma non è cosi.

Questo qui sotto è l'ultimo progetto che ho scritto per la Regione Abruzzo e che domani consegno.

ped_cartaceo.jpg

Come vedete, nessun CD ma un bel tomo di 500 pagine con l'aggravante della necessità di realizzare il tutto in duplice copia.

Gli alberi vogliono bene alla Regione Abruzzo? Io credo di no.