Nov 13

Il Paradosso dell'Hotel Infinito

infinityL'hotel Infinito è un concetto creato dal matematico tedesco David Hilbert per tentare di far comprendere le difficoltà di ragionamento insite nel concetto di infinito.

L'hotel ideato da Hilbert ha un numero infinito di stanze. Sembra facile da capire, giusto?

Ma cosa succederebbe se fosse tutto al completo e una persona volesse prendere una stanza? Sembra strano ma un posto c'è all'hotel infinito al completo. E anche se le nuove richieste fossero 40, dovesse arrivare un bus infinitamente pieno di persone o addirittura un numero infinito di bus infinitamente pieno di persone, beh, posto c'è n'è in abbondanza.

Non ci credete, immergetevi nel fantastico hotel infinito di Hilbert spiegato al TEDEd

Nov 05

19° Corsa di San Martino

corsa san martino - partenza 2014Dopo tre anni di lontananza da questa gara, che si svolge nel mio paese, dopo che quest'anno ho corso solo due volte, domenica prossima si torna alla gara podistica di San Martino a Controguerra.

Quest'anno sono previsti quattromila!!! atleti e non mi sembrava giusto non esserci 🙂

Alcuni anni ho corso, altri anni ho partecipato attivamente all'organizzazione dell'evento, in altri anni mi sono occupato della diretta streaming, in altri ancora ero di servizio sull'ambulanza in supporto sanitario alla gara.

Quest'anno sono solo un umile e insignificante corridore.

E' vero che ho quasi abbandonato la corsa per la MTB ma è anche vero che, a parte qualche muscoletto, le gambe ci sono e la dimostrazione l'ho avuta ieri sera dove, seppur con quasi il mio peggior tempo sul percorso, sono però riuscito a percorrere tutti e 15 i chilometri della gara.grafico tempi corsa san martinoQuesto mi fa sperare di arrivare anche domenica. Certo arriverò quasi ultimo, ma che mi frega? Io, a 46 anni, corro per migliorare la mia prestazione in MTB e per partecipare comunque a questo bellissimo evento organizzato dal mio paese.

Quindi, se domenica siete in zona, vi conviene passare perchè sicuramente sarà un bellissimo spettacolo per tutti.

Se poi volete partecipare ma non siete corridori, c'è sempre la Mangialonga, 5Km a passeggio tra le aziende enogastronomiche del nostro territorio con la degustazione dei nostri prodotti tipici.

Ott 26

Battlestar Galactica

Il 27 Gennaio di quest'anno, su Tumblr, rispondevo a una frase del Divino Casto scrivendo:

Beh. Se lo consiglia il Divo, direi che dopo il prossimo esame, è l'ora di vedere questa serie [Battlestar Galactica] da troppo tempo chiusa dentro l'harddisk del mio NAS di fiducia

Battlestar-GalacticaBeh, proprio ieri sera ho finito di vedere il reboot della saga delle dodici colonie di Cobol che, attraverso un lungo percorso narrativo fatto di guerra, amori, tradimenti, patti scellerati, diatribe religiose, qualche caduta di stile, personaggi che muoiono ed altri che sopravvivono, racconta il viaggio dei sopravvissuti alla ricerca della tredicesima colonia, la Terra, con la speranza di concludere la guerra contro i Cyloni, robot di metallo ribellatisi ai loro stessi creatori e che hanno creato, a loro volta, robot umanoidi del tutto indistinguibili a noi.

La saga è, per la grossa parte del tempo, avvincente con, invero, qualche puntata del tutto inutile, ma per la maggior parte del tempo costruisce un percorso coerente e che porta piano piano i personaggi e lo spettatore ad evolvere verso la quarta e ultima stagione veramente esplosiva.

Mi ero preoccupato per una recensione negativa relativa alla conclusione della saga che invece a me ha soddisfatto completamente. Certo, anche nell'ultima puntata, resta un velo di misticismo e religione che pervade però l'intera saga e quindi non guasta nella conclusione.

Conclusione che soddisfa appieno come spiagazione e come termine della saga.

Quindi, il mio consiglio è, se avete un po' di serate da passare nei prossimi mesi, di guardarlo perchè le storie che si intrecciano tra personaggi tridimensionali che evolvono nelle quattro stagioni, buoni che diventano cattivi, cattivi che diventano buoni, un universo narrativo del tutto coerente tra le parti che andranno a formare il tutto, vi appassioneranno come hanno appassionato me e il Vate.

Ott 15

Linee Guida ILCOR 2015 sulla rianimazione cardiopolmonare

Catena della sopravvivenza OHCA 2015Oggi, dopo 5 anni, si riunisce ILCOR per la revisione 2015 delle linee guida sulla rianimazione cardiopolmonare.

Quello che segue è un elenco dei documenti attualmente disponibili che saranno usati durante la sessione plenaria per la definizione delle nuove linee guida 2015. Sulla base di questi documenti trovate qui anche le modifche che ho trovato rispetto al protocollo 2010.

Aggiornerò questo elenco di volta in volta come trovo nuovo materiale

Per ora, per chi vuole, può approfondire su:

Qui invece un elenco, in progress, delle novità che sto trovando leggendo i vari documenti

  • AHA - Due catene della sopravvivenza, una extra-ospedaliera (OHCA) e una intra-ospedaliera (IHCA)
  • AHA - Uso dei social network per convocare eventuali soccorritori nelle vicinanze di un arresto cardiaco. Questa è una cosa epocale secondo me. Da uno studio svedese sembra che vi sia un aumento significativo delle RCP iniziate da testimoni contattati via cellulare da una rete di soccorritori registrati a un sistema informatizzato. Visto il basso rischio e i potenziali benefici, AHA consiglia l'implementazione di tali sistemi. WOW
  • AHA (laici/OHCA/IHCA)- La frequenza delle RCP è ora definita come: da 100 a 120 compressioni al minuto. Quindi siamo passati da 100 al minuto (2005) a almeno 100 al minuto (2010) a da 100 a 120.
  • AHA (laici/OHCA/IHCA) - La profondità è sempre di 5 cm ma ora è stato aggiunto, non superiore a 6 cm
  • AHA - Consiglia di dotare i luoghi pubblici affollati di DAE e personale formato. Era ora.
  • AHA (laici/OHCA) - Nel processo di supporto ai testimoni di un ACC,  gli operatori di centrale devono far riconoscere anche il respiro agonico e, nel caso, attivare le opportune procedure.
  • AHA (laici/OHCA) - Tutti i soccorritori non professionali DEVONO fornire alle vittime di arresto cardiaco ALMENO le compressioni toraciche. (OHCA) Se poi il soccorritore non professionale ADDESTRATO è in grado di praticare le respirazioni di soccorso, compressioni e respirazioni DEVONO essere fornite con un rapporto 30:2 (maiuscole mie)
  • AHA (OHCA) - Questa è una aggiunta epocale ma che purtroppo cozza contro le nostre attuali leggi. Per i pazienti con dipendenza nota o sospetta da oppioidi non coscienti e senza respirazione normale ma con polso è ragionevole che soccorritori NON PROFESSIONALI, ADEGUATAMENTE ADDESTRATI, oltre a fornire il BLS standard, SOMMINISTINO naloxone intramuscolare o intranasale. Non so se mi spiego come stanno avanti. La motivazione, oltre agli indubbi vantaggi è che, nel 2014, negli USA, la FDA ha approvato l'autoiniettore di naloxone per l'utilizzo da parte di soccorritori non professionali.
  • AHA (laici/OHCA/IHCA) - Viene esplicitamente detto che per consentire una piena riespansione della parete toracica i soccorritori devono evitare di rimanere appoggiati sul torace tra una compressione e l'altra
  • AHA (laici/OHCA/IHCA) - Rimosso il testimoniato/non testimoniato!!!! Come è disponibile un DAE lo si usa subito eventualmente continuando le RCP durante l'applicazione delle placche e fino a che il DAE non è pronto ad analizzare il ritmo.
  • AHA (laici/OHCA/IHCA) - Non so se è una vera modifica ma nel 2010 mi sembra che nel riconoscimento dell'ACC ci fosse solo la rilevazione del polso entro 10 secondi mentre ora, tra parentesi c'è che è possibile la verifica simultanea del respiro e del polso nei 10 secondi
  • AHA ACLS (OHCA/IHCA) - La vasopressina è stata rimossa dall'algoritmo
  • AHA ACLS (OHCA/IHCA) - Nel caso di ritmo non defibrillabile l'adrenalina può essere somministrata da subito
  • AHA ECG (OHCA/IHCA) - Il personale NON medico FORMATO può effettuare l'interpretazione dell'ECG per determinare la STEMI. Può essere utilizzata altresi l'analisi computerizzata dell'ECG. Questa voce contrasta con la legislazione italiana attualmente vigente.
  • AHA Gravidanza (OHCA/IHCA) - Come evidenziato da un mio precedente articolo, è rimossa la possibilità di inclinare la donna di 30° per evitare la compressione aortocavale ma invece è consigliato lo spostamento manuale dell'utero
Ott 08

Rianimazione cardiopolmonare su donna gravida

Uno degli spauracchi dei soccorritori è l'eventualità di rianimare una donna incinta per i dubbi relativi agli eventuali danni al feto che potrebbero derivare dall'esecuzione del massaggio cardiaco e dalla defibrillazione oltre che a dubbi sulle eventuali variazioni da porre in essere dovute alla diversa fisiologia di una paziente incinta.

lud a una mano

Left uterine displacement - One Hand

Ma, per fortuna, nell'attesa o forse in preparazione delle nuove linee guida 2015, è appena uscito su Circulation la prima analisi scientifica dell'American Heart Association sulla rianimazione su gravida che racchiude lo stato dell'arte degli studi, delle informazioni e delle linee guida su questo tipo di BLSD.

Il documento è abbastanza lungo ma molto interessante da leggere e contiene tantissime informazioni. Da quelle relative alla formazione del team di emergenza, all'organizzazione di un reparto ospedaliero che debba gestire una gestante con problemi di salute e sulla gestione della rianimazione da parte di un team prettamente sanitario ossia l'advanced cardiac life support (ACLS) su donna gravida.

Io mi soffermerò invece su due aspetti contenuti nel documento che interessano la mia parte medica e la mia parte da soccorritore

  • l'interessante sunto delle modifiche fisiologiche che avvengono in una donna incinta e che coinvolgono la sfera della rianimazione cardiopolmonare,
  • le eventuali modifiche al protocollo BLSD

Continua a leggere

Ago 08

Una visione informatica del concepimento

spermatozoiFacts:

  • Una cellula umana contiene 75MByte di informazione genetica
  • Uno spermatozoo contiene la metà, cioè 37.5MByte
  • Un mL di sperma contiene 100 milioni di spermatozoi
  • In media l'eiaculazione dura circa 5 secondi e contiene circa 2.24mL di sperma
  • questo significa che nella produzione del membro di un uomo è di 37.5MByte X 100.000.000 X 2.24/5 = 1,687,500,000,000,000 byte al secondo, cioè 1,6875 terabyte al secondo

In altre parole un ovulo femminile sopporta un attacco di tipo DDoS a 1,5 terabyte al secondo e permette il passaggio di un solo pacchetto di informazione. Questo fa della donna il miglior firewall hardware del mondo.

La cattiva notizia è che quel pacchetto che lascia passare fa impallare il sistema per nove mesi circa e consuma risorse di sistema per altri 20/25 anni.

Fonte Facebook, profilo di Claudio Marchiondelli


Lug 23

46 Candeline, grazie a tutti

torta compleannoE anche quest'anno abbiamo fatto un età++ incrementando di uno questo importante contatore biologico.

Ma ancora più importante sono i vostri auguri su facebook e quindi, come ogni anno, sono qui a ringraziarvi uno a uno per i vostri messaggi di auguri.

Un grazie a Emidio Volantino, Sergio, Manu, Roberto, Martina, Angelo, Patrizio, Fabrizio L, Marco, Rocco, Mirella, Fabio, Fiorella, Michelle, futura collega e Fabrizio V. per cui il tempo passa ma superati i 40, si inizia a sottrarre.

E anche Giovanni, Chiara, Loris, Enrico, Erica, Pierlorenzo, Massimo Schultz, Francesco, Ciro, che grazie a questo messaggio mi sono ricordato del tuo upgrade, Alessandro, Annarita, Cristiano Q, Artemio, Antonio, Gianluca, Massimo, Ilaria, Sebastiano, gli amici motociclisti, Antonio DF, Antonella, Licio, Carlo G, Sergio, Valeria, Dino, Emilia Z, Gemma, Vladimiro, Anna Isabella, Guido DF, Mario P.A., Manuel, Augusto, Marco E, Stefano C, Ida, Giuseppe T, Sabian, Piero F, Maria Teresa, Luca M, Francesca M, Maria Pia, Cristiano DS, Roberta C, Giampa, Franco M, Valerio Valdez, Elvira Pee Wee, Attilio, Giorgio T, Matilde, Mirella G, Enrico P, Stefania SS, Marcello F, Giovanni DA, Lara, Norberto, Francesca DC, Miriam, l'Omino, Silvia, Massimo I, Alice, SuperSimo, Nevio, Marco DM, Normando, Franco G e le prossime uscite.

Proseguo con i ringraziamenti a Daniela B, Marco DP, Gian Luca, Claudio WADSL, Nada, Andrea P, Enea, Valerio C, Valentina, Miky, Sara, Stefano C, Giulio, Marco DB, Anna Pia, Adriano B, Luigi S, Emilio T, Massimiliano C, Fiorenza, Peppe DB, Stefano P, Andrea M, Simona DF, Marco DR, Bernardo, Maurizio Mizio, Alessia T, Franco lu casciar, Marco P, Enrico LDV, Cristian, Joe, Simone L, Matteo T, Luca P, Marianna DS, Sandro C, Luana M, Elisa C, Francesco TS, Francesco M, Loris, Domenico Netsons, Marko, Monica M, Francesco B, Simone DS, Alessia e Vincenzo, Mery, Enrica C, Ciscola G, Paola C, Raffaella T, Sebastiano N, Cristina il sindaco, Rocco N, Elda Adele, Odette, Andrea DB, Grazia T, Patrizia C, Alessio G, Sandro G, Tania Maria, Valerio G, Michele C, Federica C, Maria N, Michele DP, Elena DB, Alessandro L, Carlo G, Alessandro C, Gianni A, grazie di esserci ancora amico mio.

E poi Marina L, Antonio G, Giandomenico, Davide F, Giada DE, Alessio P, Giuliana C, Walter, Andea T, Sandra V, Giusy, Oriel, Marco M, Jessica, Angelo F, Morena DB, Charlotte, Paola DP, Walter DB, Maurizio V, Gioacchino, Raoul, Angela DS, Massimo e Stefania, Federica P,  Emilia B, Cinzia M, i Druidi, Barbara M, Gabriele DA, Adriano C, Monica C, Rosita B, Patrizia M, Lilia M, Andrea Putname, Carlo Gordon, Gianluca P, Simone S e Chloe, si sempre più quasi md.

Last but not least Matteo GPF, Pinuccia, Gianni V, Gianfranco M, Angela G, Graziano, Aneta, Francesco D, Louis, Alessandra DG,  Stefano S, Annamaria B, Alessio DL, Stefano DA, Adriana Tia, Giada L, Alessia LM, Massimo R, Marco DP, Stanislaw, Lisa S, Piergiorgio PG, Nancy, Alessandro G, Alexandra, Alessandro Toeloop, Matteo R, Roberta M, Silvia F, Federico DF, Luigi DS, Marius, Paolo DI, Francesco T, Antonio C, Mauro Q, Arcadio, Roberto Tatì, Mirella L, Ambra P, Annalisa F, Mario F, Paolo G, Deborah, Gianluca DC, Massimiliano Z, Marcello M, Salvatore Falco, Alfredo T, Pasquale Q, Federica C, Luca G e la bella Piombino, Marco S, Diana, Luca G, Antonio B.

Lo scrivere tutti i vostri nomi mi ha commosso. Un grazie di cuore a tutti.

E, come al solito, se ho dimenticato qualcuno, siete autorizzati a non farmi gli auguri l'anno prossimo :-)

Lug 16

4° Bici Insonni, resoconto di una bella uscita in MTB in notturna

Ieri sera, ho partecipato alla quarta edizione della "bici insonni", pedalata serale organizzata dal gruppo rampiclub val vibrata.

quarta bici insonniLa partecipazione a questa "notturna" non partiva sotto i migliori auspici. La locandina infatti prometteva una "pedalata... in compagnia della luna". Ora, avendo organizzato una notturna con la luna piena il primo luglio e avendone un'altra in programma per il 31, sempre con la luna piena il 15 sembrava qualcosa di molto strano. Un'occhiata alle fasi lunari conferma infatti che, non solo la luna sarà al 10% ma che questa tramonta alle 19:30 e che quindi, di luna non ce ne sarà neanche l'ombra.

Ma a parte questa piccola ingenuità, la partecipazione alla pedalata mi ha piacevolmente sorpreso. Non solo un percorso molto bello, di difficoltà tecnica medio-bassa come giustamente si confà a un evento a cui non sai chi può partecipare per giunta in notturna, ma quello che mi ha stupito è stata l'organizzazione.

Ho visto eventi, anche di altra natura, ben più blasonati, con carenze organizzative mostruose mentre ieri sera il comportamento degli organizzatori è stato ineccepibile.

Segnalazioni puntuali sul tipo di percorso e sulle eventuali difficoltà, massima attenzione nei tratti asfaltati con presenza di auto, gruppo in testa a guidare l'evento che si fermava ad aspettare tutti i partecipanti dopo i punti più complessi, elementi dell'organizzazione al centro del "gruppo" a verificare che non ci fossero problemi ed elementi a chiudere la coda per non lasciare nessun "disperso".

Se già cosi, si sarebbero meritati il 10, il gruppo rampiclub prende la mia personale lode per la sorpresa a 3/4 di percorso, il cocomero party a sorpresa. Che dire, tanto di cappello.

Completano l'opera la disponibilità di una camera per chi voleva rinfrescarsi presso l'agriturismo Casciò, luogo di partenza e arrivo, e l'associarvi una cena a base di carne, affettati, e altre prelibatezze presso l'agriturismo stesso ad un costo di 15 euro bevande incluse.

Veniamo a qualche nota sul tracciato. Innanzitutto c'è da dire che, onore al merito, sono riusciti nell'impresa di sballare la mia bussola interna che di solito è sempre molto affidabile. Certo, complice la notte, complice la zona che non conosco molto bene, ma devo confessare che, ad un certo punto, mi sono detto, ma dove cavolo siamo 🙂

Come dicevo la partenza è dall'agriturismo Cascio dove incontro i circa 40 partecipanti all'evento tra cui gli amici Paolo e Marco e da cui partiamo, in maniera quasi puntuale attorno alle 20:20.

Si parte

Subito deviamo su una stradina sterrata che costeggia il fiume salinello che, dopo un po' riconosco per averla fatta un paio di volte nell'autunno dell'anno scorso durante le nostre scorribande sul fiume salinello.

Ma, al contrario dei precedenti passaggi su questo tratto, giunti sulla strada bianca (che a questo livello bianca non è ancora) di via Colle San Lorenzo, invece di continuare a costeggiare il fiume su sterrato o riprendere la strada provinciale del Salinello, il gruppo inizia a salire sempre in modo gradevole e con pendenze non eccessive, dapprima verso Colle San Lorenzo e poi oltre fino a intersecare una via dai mille ricordi, via Palombare.

Da via Palombare, si ritorna su tratto asfaltato (SP11) per una deviazione non prevista del tracciato mostrato prima della partenza, pe fare visita al vicino paesino di Poggio Morello che, di per se già caratteristico, all'imbrunire diventa un luogo da fiaba.

Si sale cosi dentro al paese e se ne ridiscende. Ma subito alla fine del paese, si devia su una strada bianca che da un po' di filo da torcere vuoi per la discesa anche se non eccessiva ma soprattutto perchè la breccia è molto fitta e quindi riduce il grip soprattutto nell'anteriore ma anche perchè di colpo, causa alberi, si passa da una visibilità ancora accettabile, a un luogo dove la lampada inizia a servire. La cosa mi trova infatti impreparato e riesco solo ad accendere il faretto sul manubrio ma non posso accedere quello un po' più potente sul casco. Questo rende la discesa un po' più difficoltosa e quindi comunque più divertente.

La strada, dopo un breve strappetto di salita in località Colle Basili, si ricongiunge con un'altra strada bianca (via Colle di Breccia) che ci riporta sulla SP11 che questa volta percorriamo superando il precedente incrocio per via Palombare, su un tratto in falso piano/discesa fino alla frazione di Villa Gatti dove giriamo e subito giriamo per una bella track di sterrato dapprima in una lieve discesa che poi si trasforma in un falso piano e quindi una lieve salita ad esclusione di uno strappetto finale di qualche metro che ci riporta al livello della SP11 poco più a valle di dove l'avevamo abbandonata.

Vi siete persi uno dei più buoni cocomeri della stagione

Non restiamo però molto su asfalto perchè subito il gruppo gira su di una stradina bianca denominata via Colleventi dove, dopo un breve strappetto in salita ci aspetta il meritato riposo e ristoro con la sorpresa dell'anguria in collina.

Da qui abbandoniamo quasi subito la strada bianca per trasferici su un lungo tratto di sterrato dove alterniamo discese a brevi salite costeggiando colle Montone e giungendo poi nell'omonima frazione su  una strada comunale asfaltata.

A questo punto, un lungo tratto in discesa lungo la strada comunale di Sant'Angelo Marano, ci porta all'altezza del maneggio, anche se c'è da dire che, prima dei tornanti, il gruppo si divide perchè alcuni affrontano una "scorciatoia" su strada sterrata che io ho evitato visto la mancanza di illuminazione accettabile da parte delle mie lampade ma che sicuramente farò in un prossimo giro.

Dal maneggio, invece di dirigersi sulla strada del Salinello, scendiamo al maneggio e da li, su strada bianca (segnata su Google Earth come SP12 🙂 ) affrontiamo forse lo strappetto in salità più duro di tutto il giro.

Conviviale post pedalata a base di ciccia

Dopo un breve falsopiano, si devia a sinistra su strada battuta in discesa che velocemente ci riporta al luogo di partenza dove finalmente possiam riposare ma soprattutto riempire lo stomaco di ottima carne alla brace.

In conclusione, un bel giro, un ottima organizzazione, una bella serata che mi ha permesso di scoprire una parte del mio territorio che conoscendo poco ma che sicuramente merita un ulteriore approfondimento viste le molteplici stradine e sterrate che vedo in zona ancora inesplorate dal sottoscritto.

Vi lascio con il mio book fotografico completo.

Giu 19

Hands only CPR in ILCOR/AHA 2015?

AHA-Linee-guida-RCPBLSD-2010.jpgA inizio anno scrivevo che nella nuova revisione delle linee guida, previste per il 15 Ottobre 2015 si potrebbe passare, soprattutto per i soccorritori non sanitari,  da un approccio in cui il soccorritore massaggia e insuffla aria ad uno di tipo CCO, Chest Compression Only ossia con solo compressioni toraciche.

Nell'articolo a inizio anno, mettevo in evidenza il ratio di un tale scelta.

Ma ora vi sono anche altri indizi in giro per la rete che portano in questa direzione.

Innanzitutto, una sezione del sito AHA, dedicata appunto a questa tecnica, la realizzazione di un nuovo video per spiegare questa tecnica

e inoltre, la registrazione, da parte di AHA del dominio HANDSONLYCPR.COM

> whois HANDSONLYCPR.COM

Domain Name: HANDSONLYCPR.COM
Updated Date: 2015-01-29T01:40:53Z
Creation Date: 2013-07-01T04:37:26Z
Registrar Registration Expiration Date: 2016-02-08T05:00:00Z
Registrant Name: American Heart Association
Registrant Organization: American Heart Association
Registrant Street: 7272 Greenville Avenue
Registrant City: Dallas
Registrant State/Province: TX
Registrant Postal Code: 75231
Registrant Country: US
Registrant Phone: +1.2147061507

Vedremo cosa ci riserva il futuro della rianimazione cardiopolmonare, ma ecco però le date certe che ci porteranno alle linee guida ILCOR 2015

2015
October 15, 2015

  • ILCOR Consensus on Science
  • 2015 AHA Guidelines for CPR and ECC
  • AHA/Red Cross Guidelines for First Aid

November/December

  • 2015 Guidelines Highlights (PDF and eBook)
  • 2015 Guidelines Highlights Translations (17 languages)
  • Handbook for ECC for Healthcare Providers (PDF and eBook)
  • Science In-Service
  • AHA Instructor Update Conference at ReSS/SS (November 6, 2015)
  • Instructor Update at ECCU (December 7, 2015)

Stay tuned