Ott 02

Anti informazione giornalistica sull'uso del defibrillatore

Io sono uno dei tanti che cerca di divulgare le corrette tecniche per una rianimazione cardiopolmonare su paziente in arresto cardiorespiratorio perchè, se le procedure vengono fatte correttamente e se i primi a intervenire, OSSIA VOI, sapete cosa fare, il paziente ha buone possibilità di ripresa.

Per questo mi accanisco tanto, ad esempio sull'evento Morosini, e creando anche dei siti ad hoc per divulgare questa cultura al soccorso.

E poi, cosa mi tocca vedere su un giornale a tiratura nazionale? QUESTA ENORME BAGGIANATA

defibrillazione_errore_giornaleForse non tutti sanno che l'uso del defibrillatore è l'unica cosa che può far ripartire un cuore. A Pescara, 3 medici sono indagati, nel caso di Morosini perchè, pur avendolo fin dal principio, non l'hanno usato.

E qui, cosa dicono, che va usato dopo 15 minuti di "inattività". Dopo 15 minuti, caro il mio giornalista (no, giornalista è un'offesa ai giornalisti seri), il cervello è bello che andato a farsi friggere.

Se ce l'hai e non lo usi ne risponderai penalmente. Sappilo. Altro che "dopo 15 minuti". Va applicato al paziente NON APPENA DISPONIBILE.

Ripetiamolo tutti in coro, cosi magari al giornalista gli fischiano un po' le orecchie: NON APPENA DISPONIBILE.

Il metodo corretto d'intervento? Che prima di scrivere qualcosa di cosi importante che poi viene letto da forse milioni di persone, documentarsi e chiedere a un qualsiasi soccorritore abilitato al BLSD, sarebbe una cosa buona e giusta per chi si fregia, a questo punto senza onore, del titolo di giornalista.

Nov 08

Micso e la WADSL su L'Espresso di questo mese

La Micso e il suo prodotto di punta, la WADSL, vengono citate nell'articolo de L'Espresso di questo mese relativo alle misure adottate dai grandi operatori di telecomunicazioni per abbattere il digital divide nelle aree rurali e comunque non raggiunte dalla larga banda.

Leggendo l'articolo si osserva che Micso non ha nulla da invidiare rispetto agli altri operatori e che quindi può essere annoverate tra le grandi società di telecomunicazioni italiane.

Inoltre, leggendo tra le righe, andando a vedere, ad esempio il numero di utenti dichiarati per comune coperto o quello del fatturato annuo per utente, si nota che chi ha dichiarato più informazioni ha, più o meno, dato dei valori corretti

come ad esempio Eolo e  Micso mentre dati anomali sono dati da Aria che dichiara di avere 100 utenti per comune e Aemcom che dichiara di avere, in un solo comune, 10.000 utenti wireless WADSL. Il dato di Mandarin invece è probabilmente inferiore al dichiarato in quanto, avendo solo dichiarato che coprono la Sicilia, ho preso il numero totale di comuni siciliani e questo ha, probabilmente, falsato il calcolo di utenti per comune in quanto, probabilmente, Mandarin non copre tutta l'isola.

Comunque, a quanto sembra dagli ultimi articoli, recentemente si parla sempre più spesso di Micso in ambito locale e nazionale. Sarà un bene o sarà un male?

Colonna1 Fatturato 2009 Utenti Comuni Utenti per comune Fatturato per utente
Eolo 6.000.000 83000 3100 27 72
Linkem 30000 - -
Aemcom 100000 1 100000 -
Micso 1.000.000 20000 890 22 50
Mandarin 2000 390 5 -
Aria 20000 200 100 -
Ago 16

La croce verde in piazza e sul Corriere Adriatico

Martedì 3 e Giovedi 5 Agosto sono stato impegnato, insieme agli altri volontari della Croce Verde di Villa Rosa in due serate "pubblicitarie" sul lungomare di Martinsicuro e sul corso di Villa Rosa per mostrare alla cittadinanza e ai turisti i mezzi e le risorse di questa associazione.

Abbiamo montato e smontato una tenda da campo, mostrato dei filmati con quanto fatto nel corso di questi anni compreso il nostro intervento nell'evento sismico de L'Aquila e il nostro recente intervento nell'innondazione che ha colpito alcune zone della nostra costa.

Abbiamo portato dietro la nostra ultima ambulanza che subito si è riempita di gente pronta a farsi misurare la pressione, abbiamo imbracato un manichino sulla spinale con ragno e annessi e connessi e abbiamo fatto una simulazione pratica di BLS e BLSD. In particolare, queste simulazioni mi ha visto direttamente in campo come speaker dell'evento pronto a cercare di spiegare alla popolazione, con brevi ma concise spiegazioni sulla procedura di BLS e BLSD e del perchè questo protocollo sia cosi importante per la sopravvivenza del paziente.

Nella serata di giovedì era presente anche una giornalista del Corriere Adriatico che ha scritto un pezzo molto bello uscito venerdi 13 Agosto sulle pagine del quotidiano marchigiano.

La foto sotto, ricordo della serata, è appunto presa da questo articolo.

Siete riusciti a trovare il vostro capitano nella foto sopra?

Gen 06

Il futuro del cinema. MP3 universali da scaricare online.

Per il giornalista di Repubblica è questo il futuro. Vediamo di capire meglio il suo pensiero.

La rivincita del cinema e gli MP3

Innazitutto l'articolo parte bene con la notizia che il cinema, ossia quei posti dove si va, ci si siede su una poltrona e si guarda un film insieme ad altri, non è morto ma anzi, dopo sette anni, ha sorpassato il suo acerrimo rivale, il DVD ossia la visione dei film nel comodo salotto di casa propria.

Bene, ma poi come prosegue l'articolo? Con il fatto che il futuro (del cinema??) è qualcosa da scaricare online. Futuro??? A me sembra la morte del cinema questo ma glissiamo perchè non è di questo che volevo parlarvi quanto del fatto che, per l'autore dell'articolo, il futuro del cinema/film sono degli "Mp3" universali.

Si, avete capito bene. Il futuro del film sta negli MP3, ossia in un formato audio, e per giunta universale. Adesso qualcuno deve spiegarmi

  1. come faranno a mettere un film in un contenitore solo audio, forse che l'articolista prospetta un futuro in cui saremo tutti ciechi?
  2. da dove spunta fuori l'aggettivo "universale", a meno che l'articolista non prospetti un futuro da monopolista per la Universal

Scusate, ho le idee confuse ma nell'attesa, cosa faccio? Ho deciso. Vendo il mio lettore Blu Ray per comprarne uno MP3 nonostante quell'ignorante del commesso di Mediaworld si ostini a sostenere che con il lettore MP3 posso ascoltare solo della musica. Lui, l'ignorante, non lo sa che l'MP3 è il futuro del cinema.

Update: Franco Pierantonio mi fa notare, via Facebook, che la notizia di Repubblica è ripresa, probabilmente, da questo articolo del Wall Street Journal. Ovviamente quest'ultimo articolo ha tutt'altro taglio e, se cosi, fosse, allora il giornalista di Repubblica, non volendoci perdere su tanto tempo, ha preso un paragrafo qua, un paragrafo la, ci ha messo un po' di suo, ha miscellato il tutto ed alla fine è venuto fuori quel pastrocchio di articolo.

Ott 12

Giulianova, provincia di Ancona

Leggo da Repubblica.it, relativamente ai danni causati oggi dal maltempo, uno scoop straordinario. Io credevo che Giulianova fosse in provincia di Teramo e invece

giulianova_in_provincia_di_ancona.png

scopro che, incredibilmente, un referendum popolare ne ha richiesta l'annessione alla provincia di Ancona.

Beh, se Gigliè è in provincia di Ancona, allora casa mia può tranquillamente considerarsi in provincia di Rimini.

Update: Cristiano mi fa giustamente notare una cosa su cui non avevo riflettuto. Forse il maltempo ha causato molti più danni del previsto e la tromba d'aria ha trasportato Giulianova ad Ancona. Beh, saranno contenti i teramani . Io un po' meno perchè ora, per prendere il treno, devo andare fino ad Ancona

Gen 19

La Micso su Circuits di Milano Finanza

camera_con_vista_su_internet.png

Mercoledi scorso, 13 Gennaio 2009, su Circuits, rivista tecnologica allegata al quotidiano dei mercati finanziari "Milano Finanza" è uscito un articolo dal titolo "Camera con vista su Internet" su cui stati intervistati alcuni esperti sul settore delle connessioni wireless in luoghi pubblici, particolarmente negli alberghi, denominati in gergo "hotspot".

Tra gli "esperti del settore" sentiti sull'argomento c'era anche il sottoscritto come responsabile del settore R&D della Micso che, come forse saprete, ha un settore relativo appunto alla realizzazione di aree hotspot in giro per l'Italia.

L'argomento è giunto a fagiolo in quanto, forse ricorderete, sono appena uscito dalla realizzazione, su un'altra rivista di settore, Linux Pro, di una serie di articoli riguardanti la realizzazione di un captive portal che è, per l'appunto l'usuale sistema di accesso ad Internet nelle aree hotspot.

Ferrato quindi in materia, ho rilasciato telefonicamente un'intervista di oltre 20 minuti che purtroppo è stata condensata in sole poche righe nella versione cartacea. Per fortuna la giornalista è riuscita a citare la cosa più importante del nostro sistema hotspot e anche dela filosofia alla base del captive portal realizzato per Linux Pro ossia che, in ogni caso, è "l'hotspot ad adattarsi alla configurazione del pc", oltre alla possibilità di "prevedere l'autenticazione via sms che garantisce la rintracciabilitàa del cliente e permette di snellire le procedure degli albergatori".

La giornalista ha poi ricordato la nostra maggiore realizzazione del 2008, quella di Eurobasket 2008 in cui abbiamo dato copertura completa hotspot in tutti i palazzetti dello sport associati all'evento in modo da permettere ai vari giornalisti, addetti al settore e spettatori, di essere sempre online durante l'intera durata dell'evento.

Non ha riportato, ma lo riporto ora io qui, la realizzazione della copertura dell'intera area alberghiera dell'hotel Reserve di Caramanico, nel 2007 durante l'evento ICTPark2007 che ha visto la presenta, a Caramanico, di grandi big del settore informatico, quali Microsoft, HP e Cisco, tanto per citarne alcuni.

Non ha inoltre riportato, ma lo riporto ora io qui, la copertura, nel 2006, dell'intera area fieristica durante la festa nazionale dell'Unità tenutasi a Pesaro.

Anche cosi, comunque, Micso non poteva ricevere pubblicità migliore e, il fatto di essere stata contattata come una delle quattro maggiori società del settore, rende perfettamente l'idea dell'impegno profuso per la realizzazione di questa e di altre soluzioni innovative e ci rende quindi orgogliosi di quanto da noi creato.

L'articolo, anche completo di PDF originale, è disponibile online previa registrazione gratuita, direttamente sul sito di Milano Finanza.