Feb 17

La teoria della montagna di merda al quadrato

triceratops-pooVisto che ho appena scoperto che il blog di Uriel è sparito, è necessario perpretare la divulgazione dei suoi due articoli sulla "teoria della montagna di merda" che qui riporto nella versione del 2010 e in quella del 2013.

Buona lettura.

La Teoria Della Montagna Di Merda (di Uriel Fanelli)
http://www.keinpfusch.net/2010/03/la-teoria-della-montagna-di-merda.htmlA grande richiesta, mi chiedono di ripostare la "Teoria della montagna di merda" dal vecchio blog. Essa risale a qualche anno fa. Eccola qui.

Alcune persone godono nel particolare hobby di fare "debunking". Il debunking e' l'abitudine di dimostrare, punto per punto, che le teorie cospirazioniste (UFO, HAARP, rettiliani & co) siano false.

Non ho voglia di spiegare che la cosa piu' difficile da dimostrare al mondo sono proprio le verita' piu' semplici, direi quasi gli assiomi, se non fosse che non si dimostrano affatto, ci si limita a constatare che siano assiomi e che siano necessari o presenti, per chi si occupa di matematica inversa.

Quanto piu' vicini siamo alle evidenze ed agli assiomi, quanto piu' complesso sara' dimostrare qualcosa, nella media. I problemi sulle qualita' di base dei numeri sono quelli che, come la congettura di Riemann, resistono di piu' all'assalto intellettuale dei dimostratori.Allo stesso modo, dimostrare che nessuna industria farmaceutica ci stia irrorando gratis di anticoncezionali perche' agli azionisti piace venderli, e' di una complessita immensa; entrerebbero in gioco Peano e Pareto, e come scrive qualcuno tutti mi darebbero immediatamente del fascista.

Il guaio e' un altro: cento milioni di scimmie che battano tasti a casaccio su cento milioni di macchine da scrivere per cento milioni di anni probabilmente scriveranno l'opera magna della letteratura di ogni tempo e luogo.

Il problema e' che produrranno anche una cataclismica, spaventosa, leviatanica, galattica Montagna di Merda.

La proporzione tra le due cose, catastroficamente a favore della merda, e' tale che normalmente si danno le macchine da scrivere in mano a persone delle quali si presume che scriveranno qualcosa di buono.

Il motivo e' molto semplice: se anche le nostre scimmie scrivessero l'opera magna di ogni tempo e di ogni luogo, il tempo necessario a scartare tutte le altre opere sarebbe infame.

Questo e' alla base di quella che io chiamo "La teoria della montagna di merda". Essa dice, in sostanza, che un idiota puo' produrre piu' merda di quanta tu non possa spalarne.

Prendiamo per esempio il famoso motore di Schietti.

Si tratta di una bufala catastrofica; e' vero che i palloncini saliranno in alto, ma per gonfiarli in fondo al cilindro abbiamo usato piu' dell'energia che otterremo.

Questa cosa e' stata fatta presente a chietti, dicendogli che un certo Boyle e un certo Mariotte hanno detto delle cose sensate qualche tempo fa.

Il risultato e' stato che lo Schietti se n'e' uscito con un ulteriore delirio "Schietti dimostra falsa la legge di Boyle-Mariotte".

La cosiddetta dimostrazione consiste nell'introdurre ulteriore complessita': una macchina fatta di due componenti e' difficile da falsificare, una macchina composta da stantuffi, leve, ingranaggi, miliardi di circuiti logici, eccetera, e' dialetticamente impossibile da debunkare completamente, perche' mancano le competenze.

Prendiamo per esempio il processore del vostro PC: si potrebbe dire che possa parlare con l'aldila'. Se siamo ciarlatani, intendo. A quel punto arriverebbe un tizio che lavora in Verilog o in VHDL e ci spiegherebbe che niente in un processore parla con l'aldila'.

La risposta del cialtrone a quel punto sara' qualcosa di relativo alla fisica del silicio. Il guaio e' che a quel punto l'esperto di Verilog esaurisce la sua competenza, perche' la parte al silicio gli e' nota solo in parte (quel tanto che serve a scrivere codice eseguibile dall'hardware nei tempi previsti), ma se andiamo allo stato dell'arte ci saranno esperti di fisica della materia che passano la vita sul silicio, e chi ha visto la modellazione matematica di un singolo nucleo di idrogeno (un delirio di operatori hermitiani) sa bene che "l'atomo di Silicio" non e' per nulla una cosa semplice.

In pratica, se facciamo affermazioni riferite allo stato dell'arte ci vorra' un intero team di esperti per contraddirci, a patto di riferirci ad una complessita' abbastanza grande di fenomeni fisici. Non esiste una sola persona in grado di discutere allo stato dell'arte di una CPU, ci vuole una squadra intera.

Il problema e' che radunare la suddetta squadra ci costera' uno sforzo immenso rispetto a quello che costa al cialtrone affermare di pingare la madonna in persona attraverso la sua VPN.

In pratica, economicamente parlando vinceranno sempre i cialtroni, perche' la competenza costa piu' dell'incompetenza.

Ma c'e' un motivo di tipo umano che mi impedisce di darmi a quest'attivita'. Il fatto, cioe', che queste persone siano arrabbiate.

Oh, non arrabbiate come mi arrabbio io con il cane se mi scava una pianta di susini per seppellirci il pane.

Sono arrabbiate come stile di vita, nel senso adleriano del termine. (1) La rabbia per loro e' una condizione permanente, ontologica, e' un metodo di ricerca: la tal cosa e' vera nella misura in cui pensarla sostiene la mia rabbia.

Poiche' molte delle verita' che sono passate alla storia sono state inizialmente scomode (2), queste persone ritengono che ogni affermazione che suscita rabbia sia scomoda, ergo vera.

Il problema e' che esse non suscitano una vera e propria rabbia, e non sono nella media nemmeno "scomode": si tratta quasi esclusivamente di affermazioni fastidiose. Fastidiose perche' il buon Schietti si ostina ad ammorbare i commenti dei blog di mezzo mondo con la sua parafilosofia.

La strategia di queste persone e' di ammorbare la vita alla gente con la propaganda delle loro idiozie. Poiche' ad un certo punto ricevono una reazione di fastidio, deducono che la loro "verita'" sia "scomoda" anziche' capire che il problema sta nella loro fastidiosa presenza, e non nella loro scomoda verita'.

Lo scopo e' quello di arrivare ad uno scontro, appunto, rabbioso. E questo e' dovuto molto semplicemente al fatto che, come ho gia' scritto, la rabbia e' la loro condizione esistenziale: rabbia perche' si sentono impotenti di fronte a banche e multinazionali, rabbia perche' non riescono a realizzarsi, rabbia perche' si sentono maltrattati dalla societa', eccetera.

La colpa di tutto questo, ovvero delle loro disgrazie ultime, sta proprio nelle leggende, nei mulini a vento che combattono; e verso i quali rivolgono la loro rabbia. Ma il fatto che la rabbia sia la loro condizione ontologica fa si che essa non sia l'effetto dei mulini a vento,ma la causa.

La loro condizione esistenziale e' di essere arrabbiati, soprattutto, prima di ogni cosa ed a prescindere. Di fatto questi individui si sono aggirati per il mondo, digrignando bile e vomitando odio astioso, con una vocina dentro che chiedeva loro "perche' tanto odio?"

Perche' tanta ingiustificata rabbia?

Improvvisamente arriva il ciarlatano e gli dice: ecco qui, puoi scegliere tra "sono arrabbiato perche' mi nascondono la verita' sull' 11 settembre", "sono arrabbiato perche' ci stanno uccidendo con le scie chimiche", "sono arrabbiato perche' la free energy viene nascosta al mondo", eccetera.

In altre parole, le teorie cospirazioniste sono solo un vestito, una copertura che serve a dare una motivazione apparente per una rabbia che altrimenti non si spiega; Blondet e' arrabbiato perche' come giornalista e' una sega fritta, perche' non ha credito in alcun ambiente giornalistico serio, denunciare il grande complotto degli ebrei gli serve perche' dire "sono arrabbiato perche' la mia carriera di giornalista e' una montagna di letame" suona male, mentre "sono arrabbiato perche' gli ebrei dominano il mondo e vogliono tagliare un pezzo di pisello a tutti" suona meglio: non contiene un'ammissione di implicito fallimento esistenziale.

Ora, qual'e' la realizzazione massima della rabbia? Contrariamente a quanto si pensa, la massima realizzazione e' la sua stessa diffusione; perche' ogni volta che l'arrabbiato vede che qualcuno si arrabbia con lui trae conferma del fatto che fa bene ad arrabbiarsi, e quando qualcuno si arrabbia contro di lui, ha conferma del fatto che le sue teorie sono scomode (quando invece e' la sua presenza ad essere fastidiosa).

Come scriveva Adler in Psicologia Individuale, "il nevrotico trovera' nella propria nevrosi le energie per sostenere la nevrosi stessa, per quante ne siano necessarie". (3)
O, tradotto in soldoni, essi produrranno sempre piu' rabbia di quanta ne possiate sopportare; piu' provocazioni di quanto possiate mantenere la calma, piu' fastidio di quanto possiate tollerare: l'energia libidica a loro disposizione, la grandezza della forza che li spinge in questo processo ha la cardinalita' del continuo.

C'e' un solo modo di neutralizzare questa gente: stabilito che lo scopo principe di queste persone sia di perpetuare e di diffondere lo stato di rabbia "a priori" che produce il loro stato esistenziale, il solo modo di fermarli e' di evitare i contatti con loro.

Essi sono profondamente malati, di una malattia invisibile che si chiama rabbia. Lo scopo ultimo di questa malattia e' il contagio, e nient'altro che il contagio; non cambierebbe nulla nell'esistenza materiale di queste persone se si scoprisse che la CIA ha demolito le torri gemelle, ne' se si scoprisse che gli USA vogliono sacrificare la quinta flotta alla guerra contro l'Iran come dice Blondet, in entrambi i casi la nostra italianissima esistenza ne sarebbe inficiata assai poco, ne sarebbero inficiati poco i nostri successi ed insuccessi personali, eccetera.

Lo scopo ultimo della rabbia e' propagarsi.

E la sua sconfitta e' il fatto che gli altri abbiano una vita serena, gioiosa, per nulla arrabbiata.

Quindi, caro Schietti, ti dico una cosa: il tuo motore funziona alla perfezione, la free energy e' alla portata di tutti, la pila di Zamboni potrebbe produrre energia gratis per tutti, (4) ma io sono felice cosi'.

E siccome sono felice, non voglio nulla di quanto dici.

E sempre sia lodato iptables.
Uriel

(1) Ok, ok. Ho conosciuto psicologi adleriani capaci di mettere a posto, in pochi mesi, anni di disastri di apprendisti stregoni. Siccome sono un tecnico, la prima cosa che ho fatto e' stata di ficcare le mani nella scatola, e ho letto un sacco di cose di Adler.

(2) Nella maggior parte dei casi la verita' e' comodissima. Sono salito sulla metro stamattina pensando che mi avrebbe portato qui. Era vero. Sarebbe stato peggio se fosse stato falso, e io sbagliando il senso di marcia mi fossi trovato a Cascina Gobba. In questo caso, la verita' sarebbe comoda mentre la falsita' sarebbe un rompimento di coglioni.

(3) Adler contestava l'affermazione freudiana secondo la quale la rappresentazione della nevrosi di fronte all'analista fosse uno sfogo energetico, un calo libidico sufficiente a fermarla.

(4) Non lo penso davvero, ma si tratta di un'affermazione che Schietti non puo' contestare, visto che gli da' ragione. La sua rabbia non avra' quindi espressione, e il meccanismo di tossicita' della rabbia sara' fermato.

La Teoria Della Montagna Di Merda (di Uriel Fanelli)
Fonte: http://www.keinpfusch.net/2014/11/la-teoria-della-montagna-di-merda.html

Dunque, partiamo da un’ipotesi di lavoro.

Centomila milioni di scimmie che battono a casaccio su una tastiera finiranno, se battono per abbastanza tempo, per scrivere il miglior romanzo della storia. L’opera assoluta. (la teoria della scimmia instancabile: wikipedia)

Questa cosa sembra confortante, quasi un invito a consentire a milioni di scimmie di scrivere su una tastiera. Il guaio è che l’enunciazione non parla degli effetti collaterali. Centomila milioni di scimmie che battono a casaccio su una tastiera produrranno sì il miglior romanzo della storia, ma produrranno anche una catastrofica, cataclismica, gigantesca, sterminata,

MONTAGNA DI MERDA

E questo e quanto sta accadendo oggi al mondo democratico, diretto dalla “gente”. Nel momento in cui essi erano limitati e potevano solo leggere i mass media, o potevano solo ascoltarli, tutto andava bene, o quasi. Erano comunque delle elite che battevano sui tasti, e anche se non era sicuro che avrebbero scritto il migliore romanzo della storia, era comunque garantita una certa qualità.

Quando le scimmie iniziarono a battere sui tasti, e il problema sembrava quasi approcciabile, ci furono persone che iniziarono a contestarli. Persone come Attivissimo, Piero Angela o altri, che si misero in mente che, rimboccandosi le maniche, si poteva informare correttamente chiunque su tutto.

C’era un errore di base in questa idea di “debunking”, ed era molto semplice: chi si proponeva di informare meglio aveva studiato. Chi andava informato no. E l’ipotesi ottimistica dei debunkers era che bastasse informare per capire. Che è la stessa idea dei ciarlatani, che dicono sempre la stessa cosa: “informatevi”. Senza nessuno che dica loro: no, informarsi non serve ad un cazzo, quel che serve è studiare.

Ma specialmente, senza nessuno che faccia notare loro che informarsi dentro una montagna di merda prodotta da scimmie che battono a casaccio serve solo a leggere merda. Ovvero, a niente.

Questa è la ragione per la quale non mi metto MAI a debunkare le minchiate delle scie chimiche, del signoraggio, degli alieni, e tutte le altre stronzate, e se preferite, più analiticamente:

Il fattore economico, ovvero: per battere un ciarlatano occorre un esperto.

Quando tutte le scimmie battono stronzate, se volete smentirle dovete chiamare un esperto. Il guaio è che milioni di scimmie che scrivono stronzate lo fanno volontariamente e gratis. L’esperto invece vi costa. Anche se aveste un esperto qualificato per ogni scimmia, la differenza di costo renderebbe più economico riempire internet di merda, di quanto non sia economico ripulirla.

Come se non bastasse, la scimmia incompetente non accetta di essere smentita da una scimmia sua pari. No: vuole un esperto, (e se l’esperto smentisce poi si discute dell’esperto), e il motivo per cui lo fa è che sa bene che un esperto costa molto più di lui. Il fesso che sta ammorbando la internet italiana con le scie chimiche non accetta che una persona qualsiasi dica “stronzate”, lui pretende che si creino costosissime commissioni parlamentari, pretende i massimi esperti di aviazione, chimica, fisica, metereologia.

Questo è ovvio: lui , che si dedica alle stronzate 24/7, può apparire in TV al semplice gettone di presenza, mentre un esperto, oltre ad essere più costoso, ha anche altro da fare nella vita. Per esempio, andare al lavoro.

L’ a-disciplinarità del ciarlatano.

Se un ciarlatano vi parla di scie chimiche, e voi tirate in ballo un esperto di aereonautica, lui ribatte con la percentuale di bario. E allora vi serve un esperto di misurazioni chimiche dell’atmosfera. Se anche voi faceste notare che per mettere tutto quel bario in tutta quell’atmosfera non basta la produzione mondiale di bario, loro tiraranno in ballo numeri che la moltiplicano per mille. E allora voi dovrete portare in campo un esperto di mineralogia e di mercato delle commodities. Ma appena questo sarà sputtanato, tirerà fuori l’osmosi e la fusione nucleare che produce bario. Allora avrete bisogno di un fisico nucleare, il quale vi dirà che il bario si usa nella fissione per i reattori ma non nella fusione. Allora – sempre la stessa persona – tirerà in ballo Tesla e l’energia gratis, e vi toccherà portare in campo uno storico della scienza che conosca i lavori di tesla.

Ma a parlare di tutte queste materie è sempre e solo UNA persona. Questo significa che , mentre per essere smentito chiede SEMPRE il maggior esperto del mondo, il ciarlatano – senza essere esperto di nulla – spazia tranquillamente fra decine e decine di campi del sapere. Questo moltiplica a dismisura la quantità di costi che servono per il debunking.

L’asimmetria nei costi è evidente: avete bisogno di una intera squadra di esperti per debunkare un solo tizio che non è esperto in nessuno dei campi che cita. E lui salterà di palo in frasca di continuo, dalla fisica quantistica a tesla alla fisica atmosferica ai buchi neri alla neurologia, senza porsi alcun limite.

La spinta interiore.

perchè queste scimmie battono sui tasti? Perchè si convincono di essere spiate dagli alieni? Perchè si comprano l’“acqua diamante”? Perchè credono nel complotto contro l’umanità? Semplice. Perchè la loro vita è andata a puttane.

Si tratta di quelli che si definiscono “under achiever”, persone la cui esistenza non ha concluso niente. Persone infelici di un’esistenza che non ha sbocchi di soddisfazione, frustrante, povera, vuota. Il motivo per il quale aderiscono a queste teorie, il motivo per il quale se ne fanno essi stessi portatori, è che se togliete il grande complotto, se togliete le multinazionali malvagie, se togliete gli alieni, le scie chimiche, il signoraggio, l’euro, questi poveretti non possono più giustificare , prima di tutto con sè stessi, il proprio fallimento, economico ed esistenziale.

Non possono giustificare la moglie fuggita con qualcuno se non con il complotto dei gay contro la famiglia, perchè è l’unica scusa che non dice “sei un uomo da poco”. Non possono spiegare a sè stessi il proprio fallimento economico se non con il grande ordine mondiale del Bildberg, perchè altrimenti dovrebbero dire “perchè non so fare niente per cui qualcuno mi pagherebbe”.

La forza che li spinge a credere in queste cose è la necessità di convivere col proprio fallimento.

La forza che li spinge a farsi apostoli di queste teorie è il desiderio di  fare in modo che gli altri credano alla stessa giustificazione che si danno loro.

Quindi non vi illudete: arriveranno sempre all’attacco. Non si fermeranno mai. Niente spinge un uomo in avanti quanto un fallimento alle spalle. Esaurirete le energie molto prima di loro.

Allora come fate con questi elementi?
Fate così: ammettete tutto.

Si, voi siete membri di questa cosa delle scie chimiche. Gli mostrate pure la tessera. (se li avete in ufficio, bastano pochi euro per stamparsene una online). Voi siete parte del bildberg e siete dalla loro parte.

Perchè volete dominare il mondo? Perchè la classe politica è fatta di Gasparri. E che cazzo, è chiaro che se il grande complotto, della durata di migliaia di anni, condotto con intelligenza sovrumana, su decine di piani diversi e su scala globale, prendesse il posto di Gasparri, il mondo ne gioverebbe.

Perchè volete che gli alieni invadano il mondo? Perchè è ora che il genere umano si evolva e mediante innesti genetici diventi più simile agli alieni.

Perchè non volete che si sappia del motore ad energia gratis di schietti? Perchè il metanodotto è un amico sincero. (R)(Daw). Dobbiamo apprezzare il metanodotto. Dobbiamo imparare ad AMARE il metanodotto, perchè lui ci ama. Non vedi le bollicine di gioia quando ti avvicini?

Ammettetelo. Ditegli che il complotto fa bene a fare quel che fa. Che fanno bene a fare le schie chimiche.  Che il New World Order sarà meraviglioso. E che il Bildberg sta lavorando per il bene del genere umano. Che siete parte del complotto gay contro la famiglia perchè la famiglia è una cagata pazzesca.

CONFESSATE. VI HANNO SMASCHERATO.

Ma non dovete farlo per scherzo. Dovete farlo parlando seriamente. Dovete davvero difendervi da ogni accusa dicendo che il Complotto fa bene a fare ciò che fa. Non dovete negare che lo faccia, dovete solo dire che fa bene a farlo. Che è giusto così, e che voi date il vostro contributo come potete.

è il momento in cui si sgonfiano. Il momento in cui si rendono conto che  non possono più rubarvi energia. E loro non sanno come rispondere, perchè dentro di loro sanno che sono palle, ma specialmente, di fronte alla domanda “ok, è tutto vero. E adesso che fai”? scoprono come la loro “lotta” non serva assolutamente a nulla, se non a giustificare i loro fallimenti personali.

E la montagna di merda si sgonfia.

Se ne avete attorno e dovete levarveli di dosso, è la maniera migliore. Anche perchè, non appena si rendono conto di avere di fronte un vero rappresentante del Complotto, si rendono conto che hanno sempre dato per scontato che non ne avrebbero mai incontrato uno di persona.

E realizzeranno che non sanno cosa fare nel caso.

Ovvero, che stanno solo strillando al vento.

Gen 13

Parrot Mini Drone e Jumping Sumo

A me, il video di questi ultimi due prodotti della Parrot, il Mini Drone e il Jumping Sumo, mi mette un po' di angoscia.

parrot sumo e minidrone

Non so a voi, ma al cane del video sicuramente piacere non fa avere questi due oggettini in giro per casa.

E la cosa bella/brutta e che sono prodotti reali. Sono stati appena presentati al CES 2014

Dic 14

La maledizione di Ondina

Ondina era una ninfa acquatica. Era molto bella e, come tutte le ninfe, immortale. Tuttavia, se si fosse innamorata di un mortale e avesse dato alla luce suo figlio, avrebbe perso la sua immortalità.

Come in ogni storia d'amore, Ondina si innamora di un bel cavaliere, sir Lawrence, e i due si sposarono. Al momento di scambiarsi i voti, Lawrence giurò che l'avrebbe sempre amata e le sarebbe stato fedele. Un anno dopo il loro matrimonio, Ondina partorì suo figlio, e da quel momento cominciò ad invecchiare.

Un pomeriggio, Ondina stava camminando vicino alle scuderie quando senti il russare familiare di suo marito. Entrata nelle scuderie, trovò Lawrence addormentato fra le braccia di un'altra donna. Furiosa, Ondina puntò un dito verso di lui e lo maledisse, proclamando: "Tu mi hai giurato fedeltà con ogni tuo respiro, ed io ho accettato il tuo voto. Così sia. Finché sarai sveglio, potrai avere il tuo respiro, ma dovessi mai cadere addormentato, allora esso ti sarà tolto e tu morirai!"

La storia è alla base della "Maledizione di Ondina," il nome storico dell'ipoventilazione alveolare primitiva, una grave forma di apnea del sonno. Questa malattia causa la perdita del controllo automatico del respiro, che significa che ogni singolo respiro dev'essere cominciato volontariamente.

Se non curata, i pazienti affetti da questa sindrome muoiono, come l'infedele sposo di Ondina, non appena si addormentano, dato che durante il sonno non riescono a controllare il loro respiro.

Storia tratta da Wikipedia.

Dic 11

Ho visto cose che voi sysadmin non avete mai visto

Rete LAN aziendale di circa una trentina di personal computer. Vieni chiamato perchè la rete fa "cose strane" e "funziona male". Screenshot di un PC della rete

mac1

Ed ora screenshot di un altro PC della rete

mac2

Cosa notate di strano?

Credo di essere uno dei pochi network administrator al mondo ad essere incappato in questo che può essere considerato, a tutti gli effetti, come un 13 al totocalcio.

Avrei voluto prendere le due schede di rete e riportarmele a casa come ricordo, purtroppo erano embedded sulla motherboard. Per la cronaca, erano due personal computer Olidata.

Feb 07

Esame di Biochimica

Commentiamo questo ulteriore ostacolo superato con 14 crediti che ci avvicinano sempre più all'ambito regalo della pirofila del mulino bianco.

Pyruvic-acid-3D-balls

Diciamo che, per quello che avevo studiato, ho preso poco, ma per le domande che mi ha fatto ho preso tanto. Alla fine, mentre scriveva sul verbale le domande che mi ha fatto gli ho detto: "se avessi dovuto fare una lista delle cose che sapevo meno, non avrei potuto fare una lista migliore".

Ma veniamo alle domande e, come si dice, il buongiorno si vede dal mattino o meglio, dalla prima domanda.

  • Ora lei si è appena seduto e sarà molto teso e carico di adrenalina. Da chi viene prodotta l'adrenalina? Si , lo so, il surrene, ma ti sembra una domanda con cui cominciare un esame di biochimica?
  • Ok, cosa succede negli adipociti quando l'adrenalina viene messa in circolo. Voleva il recettore beta-adrenergico è quello ha avuto.
  • Arrivati alla PKA (Protein-chinasi A) ha voluto sapere come funziona la sua attivazione e disattivazione. Attimo di panico e poi ho visto, nel cervello, la figura delle subunità regolatrici e catalitiche.
  • Ok, e ora cosa fa la PKA? Ragazzi, qui ha voluto tutto quello che fa la PKA, in tutti i circuiti di glico(lisi/sintasi) e in tutti quelli glicogeno(lisi/sintasi) compresi di tutti gli enzimi attivati e disattivati.
  • Nel mentre mi ha chiesto anche come funziona l'enzima glicogeno fosforilasi sul glicogeno e quindi come avviene la glicogenolisi.
  • Ok, ancora sulla PKA. Questa regola anche un'ulteriore reazione glicolitica. Quale? Le avevo dette tutte, mancava solo la piruvato chinasi, gliela dico e quella era.
  • Mi scriva la reazione, compresa di formule di struttura, catalizzata dalla piruvato chinasi. E gliel'ho scritta. Vi faccio solo notare, per dopo, che quindi ho scritto la formula di struttura del piruvato.
  • Come ritorna il piruvato a fosfoenolpiruvato? E gli ho scritto i due passaggi dal piruvato all'ossalacetato e di qui al PEP
  • Ok, la piruvato carbossilasi come funziona? Come viene agganciata l'anidride carbonica? Biotina
  • Mi scriva la formula di struttura delle biotina e come funziona. E qui vado tranquillo anche se avevo iniziato a scrivere la tiamina. Occhio che le ho chiesto la biotina. Ah già. Quella che stava scrivendo cos'era? La tiamina.
  • Ok. Torniamo agli acidi grassi, come vengono sintetizzati? parto dall'acetil-CoA ma mi ferma al malonil-CoA.
  • Ma l'aceti-CoA a livello cellulare dove lo troviamo? A livello mitocondriale.
  • E i grassi dove li sintetizziamo? A livello citosolico.
  • E come esce l'acetil-CoA dal mitocondrio. Qui ho saputo solo dire che sicuramente non c'è un trasportatore dell'acetil-CoA sulla membrana interna del mitocondrio. La risposta è che viene carbossilato a malato e, ho aggiunto io, trasportato dallo shunt malato-aspartato.
  • Mi scriva il malato. Lo scrivo. Quello è il fumarato. Ok, allora basta idratare 🙂
  • Cosa abbiamo bisogno, visto che stiamo ossiadando l'acetil-Coa per formare acidi grassi? Boh. La risposta è: potere riducente.
  • E da cosa arriva questo potere? Dal NADPH.
  • E da dove arriva il NADPH? Dalla via del pentoso fosfato.
  • E.....: Boh. Mai sentito parlare dell'enzima malico? Ah si, una riga sugli appunti che dice che il NADPH può essere formato dalla via del pentoso fosfato e dall'enzima malico.
  • Saprebbe scrivere la reazione catalizzata dall'enzima malico? No. E' la decarbossilazione del malato, metta le formule e vediamo cosa viene fuori. La faccio.
  • Ok, il risultato cos'è. Boh (ero nel pallone più totale). Su dovrebbe conoscerla.......era il piruvato 🙂
Ott 11

Lo stato vuole bloccare la vendita di Squillo

Ricordate il gioco squillo di cui vi ho parlato qualche giorno fa? Beh, lo stato, che spesso impiega mesi o anni per interessarsi ai VERI problemi del nostro paese è stato, in questo caso, veramente efficace ed infatti ecco un interrogazione parlamentare della senatrice Baio al senato della repubblica.

La risposta di Immanuel Castro non si fa attendere.

Gentile Signora Baio,[...] mi posso solo dire sconvolto del fraintendimento che è stato fatto dell'opera.

Di dubbio gusto? Questo lasciamolo decidere agli acquirenti.
Ma rea di indurre allo sfruttamento della prostituzione? di incitare alla violenza sulle donne?
Stiamo parlando di un gioco Signora. Di finzione.
Se così fosse come dovremmo giudicare il famoso gioco da tavolo Risiko? Un gioco che incita alla guerra?
Mi vuole dire che per lei un gioco sulla guerra è più accettabile di una satira sulle escort?
Vogliamo mettere alla gogna anche Cluedo? in cui il giocatore interpreta un assassino. O magari Monopoli, che incita al capitalismo selvaggio e al tentare di ridurre in bancarotta, anche passando per lo strozzinaggio, gli avversari?

Squillo è un gioco di satira che si muove su di un piano di finzione. Non a caso sono state scelte delle illustrazioni. Il che non significa minimamente dare un'approvazione morale ai contenuti del gioco (ammesso che un gioco davvero necessiti di un approvazione morale). Ma fare una parodia di una società grottesca dove la mercificazione del corpo femminile raggiunge il suo apice in prodotti di massa come i cinepanettoni e fa di argomenti come la prostituzione o scandali sessuali la principale forma di intrattenimento giornalistico.

Inoltre in Italia sono presenti e venduti a minorenni (cosa che i produttori di Squillo non fanno) videogiochi con contenuti MOLTO più espliciti e violenti di quelli proposti da Squillo.

Mii lascia quanto meno perplesso/a che non sia stato nemmeno interpellato l'autore del gioco, come ci si aspetterebbe da uno Stato di Diritto.

Mi perfetto infine di farle notare che l'Italia ha dei problemi reali che meriterebbero la vostra attenzione, pagata con i soldi pubblici, attualmente dedicata, a quanto parte, ai giochi di carte

Lug 01

Ecco perchè l'Italia ha perso gli europei 2012

Ore 17:28 del 01 luglio 2012, quando mancano oltre tre ore dall'inizio della finale degli europei tra Italia e Spagna, Il Centro, quotidiano abruzzese de La Repubblica titola cosi: "Italia campione d'Europa, festa in Abruzzo".

E continua...

Un unico urlo di gioia unisce tutto l'Abruzzo. L'Italia batte la Spagna, si laurea campione d'Europa e in Abruzzo esplode la festa. Da Pescara all'Aquila, da Teramo a Vasto, a Chieti, Lanciano, Avezzano e Sulmona un'ondata di gioia colorata d'azzurro cancella per qualche ora la crisi economica e le difficoltà di questi giorni. È questo il regalo che Prandelli e i suoi ragazzi hanno fatto all'Abruzzo e, soprattutto, all'Aquila che, a tre anni dal sisma si ritrova a festeggiare. E non lo fa in un luogo qualsiasi, ma in piazza Duomo, il cuore della città ai margini della zona rossa ancora inagibile a tre anni dal sisma. Davanti alla cattedrale sventrata, a fianco alla chiesa delle Anime Sante ferita, fra palazzi ingabbiati e in attesa del ritorno degli abitanti, centinaia di persone hanno vissuto la partita e dato inizio alla festa. È solo una partita di calcio ma è stata l'occasione e lo stimolo per riconquistare e riassaporare un pezzo di città che ancora sanguina.

Per i posteri, ecco l'immagine dell'annuncio anticipato della vittoria italiana contro gli spagnoli

La pagina è stata rimossa ma, se siete ancora in tempo, potete cercare l'articolo nella memoria di google, tra i vari giornali online del gruppo Espresso, che ripubblicano, in automatico, i feed degli altri giornali dello stesso gruppo editoriale.

Ora sapete chi ha portato SFIGA!!!!

P.S. Grazie a "I due punti" che mi ha messo la trave nell'occhio

Mag 31

Il parto come non vi è stato mai raccontato

Il blog nottidiguardia ci porta in una sala parto tetra e buia, dove non c'è gioia ma c'è solo dolore, sia durante che dopo. Lo sforzo immane di mettere al mondo una nuova vita e rischiare subito di vederla volare via.

Sono gli occhi di chi, ogni giorno, vive questa via crucis dal di fuori, con gli occhi di chi sa che da quella sala può uscire tanta gioia ma, qualche triste volta, diventa anche l'anticamera di un dolore molto maggiore di quello fisico.

Sono gli occhi di nottidiguardia, e del suo "Come vacche sacre gonfie di pianto". Potete amarlo come ho fatto io o odiarlo ma, di sicuro, non vi può lasciare indifferenti.

Ott 31

Centinaia di barre d'acciaio gli entrano in macchina. Salvo.

La prontezza di riflessi lo ha salvato dall'essere impalato da centinaia di barre d'acciaio che gli sono entrare in auto in seguito ad un incidente.

E' la storia a lieto fine di Yang, 24enne che senza patente e senza cintura di sicurezza se ne andava indisturbato per le strade di Linhai, in Cina.

Ma la sua gitarella galeotta si è interrotta quando ha intravvisto un posto di blocco della polizia. Preso dal panico ha eseguito una inversione di marcia prendendo in pieno un camion che, per sua sfortuna, era stracolmo di barre di acciano che, inevitabilmente, sono finite tutte addosso e dentro l'autovettura.


"Ho capito che la macchina stava per schiantars su quelle barre di acciaio, così mi sono buttato sul sedile del passeggero", ha dichiarato Yang.

E questo gesto istintivo gli ha salvato la vita perchè, quando la macchina si è fermata le barre di acciaio erano tutte sopra la sua testa a pochi centimetri dal viso ma nessuna era dentro!!!

Che culo!!!

Fonte: http://news.msn.co.nz/glanceview/197905/lucky-driver-dodges-steel-rods.glance

Apr 06

Potete anche crepare

Questo è quello che pensa di voi la ASL di Teramo. Si, perchè, a meno che non succeda qualcosa, verranno tagliati i servizi di emergenza 118, si quelli che salvano la vita alla gente.

Dal 30 Aprile infatti, a coprire il territorio rimarranno le sole ambulanze delle ASL senza medico a bordo. Facciamo un confronto tra oggi e quello che potrebbe essere il nostro futuro, prendendo ad esempio la realtà della Val Vibrata.

Oggi fanno emergenza 118 e coprono il territorio l'ambulanza della Croce Verde di Villa Rosa, quella della Croce Rossa e della Croce Bianca di Alba Adriatica, quella della Croce Bianca di Sant'Egidio alla Vibrata oltre alle ambulanze con medico a bordo, una a Sant'Omero presso l'ospedale civile e una a Tortoreto.

Questa è la situazione oggi eppure succede, e magari è capitato anche a voi, di dover attendere l'arrivo di un ambulanza di emergenza perchè tutte occupate.

E dal 30 Aprile? Beh, potete anche crepare perchè di tutte queste ambulanze rimarrà solo quella dell'ospedale di Sant'Omero e sembra, per giunta, senza medico oltre a quella della Croce Verde di Villa Rosa nel solo periodo estivo.

E le altre zone del teramano non sono messe molto meglio. Verranno infatti soppresse le postazioni di base a Mosciano e Notaresco, ridimensionate quelle di Giulianova, dimezzata quella di Roseto, peraltro sguarnita del medico come quella di Isola e la zona di Pineto/Silvi rimarrà con un'unica ambulanza invece delle due attualmente presenti. Soppressa infine  Montorio lasciando la Val Vomano completamente sguarnita.

Condividete e fate girare questa notizia perchè qualcuno si renda conto che quando c'è di mezza nostra vita non ci si può comportare da ragionieri.